-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 7 settembre 2016

5 Top Pick da comprare a settembre


L'estate finisce ma non la voglia di trovare occasioni per investire.

2U Inc. ( NASDAQ: Twou ) .

Per Steve Symington la società che si occupa di corsi online ha una marcia in più.
Stando a quanto da lui dichiarato uno dei punti di forza è quella di creare corsi con medie di circa 12 persone, il che permette la personalizzazione estrema dell'apprendimento. Tra l'altro, le azioni di 2U sono quasi triplicate anche grazie alla fiducia verso un'istituzione che continua a modificare ed ampliare nuovi programmi.

Da un punto di vista strettamente finanziario le azioni di 2U hanno registrato nell'ultimo trimestre, un salto del 39% rispetto a quanto fatto l'anno scorso.

Starbucks (NASDAQ: SBUX)

Per Jason Sala l'azione da comprare è quella di Starbucks, la società produttrice di caffè e che adesso ha deciso anche di sfruttare i gadget ad esso legati.

In calo di circa il 10% raggiunto intorno alla fine del 2015, ma si tratta di un andamento che non riflette i conti della società nei tre mesi chiusi il 26 giugno scorso ha confermato utili per 754 milioni di dollari (+20% dallo stesso periodo del 2015), profitti a 49 da 42 centesimi. E per Steve Symington c'è ancora spazio per una crescita enorme in altri orizzonti come quello dell'Asia che copre del 15% delle entrate.

Altria Group (NYSE: MO)

Dan Caplinger punta sul gigante del tabacco facendo leva anche sulla storia del titolo, storia che, per quanto non certezza sul futuro, resta comunque un buon biglietto da visita.

Negli ultimi 50 anni la società ha generato rendimenti medi annui pari al 20% risultato ottenuto incrociando crescita dei dividendi, aumento dei prezzi e investimenti. Seguendo questa linea di fondo, recentemente la società ha appena annunciato l'ultimo di una lunga serie di aumenti dei dividendi (+8% rispetto al dividendo precedente) per la precisione è il 50esimo a partire dal 1969 su un dividend yield del 3,7%.
Unna scelta che arriva sull'onda di un calo delle persone fumatrici.

Enterprise Products Partners (NYSE: EPD)

Tyler Crowe guarda agli energetici e per la precisione a Enterprise Products Partners, società le cui azioni, in un mercato dove gli investitori rischiano l'inedia quando si parla di rendimenti la società offre qualcosa che va oltre il 6%.

Una prova della solidità del titolo arriva dal fatto che nel corso degli ultimi due anni circa, in concomitanza con la crisi del greggio, il settore ha visto azioni arrivare a perdere la metà del loro valore, cosa che non è successa per Enterprise i cui margini sono rimasti più o meno costanti per tutto il tempo.
La società è stata in grado di raggiungere questo obiettivo, perché oltre l'80% dei profitti della società proviene da contratti a tariffa fissa, il che evita all'azienda l'esposizione alla volatilità della materia prima. La società, da parte sua, ha speso oltre 14 miliardi di dollari tra acquisizioni e altre operazioni sul mercato per rafforzare la sua posizione all'interno del mercato e la forza delle proprie.

E nonostante tutto questo, fa notare l'esperto, il bilancio della società rimane in forma.

ETF Consumer Discretionary Select SPDR (NYSEMKT: XLY)

Todd Campbell cambia leggermente il tiro e sposta l'attenzione verso ETF Consumer Discretionary Select SPDR, un exchange traded fund che investe in azioni di società specializzate verso la vendita al dettaglio: se da una parte la stasi estiva ha portato a rendimenti poco brillanti nel mese di agosto, il paniere coperto da questo Etf riguarda per lo più nomi che con l'arrivo dell'autunno tornano a marciare.

I rendimenti medi per l'ETF Consumer Discretionary Select SPDR hanno superato l'1% nella fascia di mesi che va da settembre a dicembre nel corso di tutti gli ultimi dieci anni. A questo si aggiunga il fatto che gli investimenti più forti sono presenti su nomi come Amazon, Home Depot e Comcast così come anche McDonald, Starbucks e Nike.

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento