-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 28 settembre 2016

3 dividendi che offrono il doppio dello S&P500


Il rendimento dell'S&P500 si aggira intorno al 2%, un risultato piuttosto misero se si pensa che esistono grandi nomi che offrono più del doppio. 

Magellan Midstream Partners (NYSE: MMP)

Per Tyler Crowe sono molte le ragioni per cui guardare con interesse al titolo.
attivo nel settore dei petrolchimici. Prima di tutto un modello di business solido con un fatturato che si basa per lo più su contratti a tariffa fissa, il che evita esposizioni sulla volatilità della materia prima. Inoltre la sua rete di oleodotti ha una base di clienti relativamente fidelizzati e anche un solido portafoglio di progetti di sviluppo, tutti elementi che permettono di dedurre con un certo anticipo la sostenibilità anche futura del dividendo.

Di tutti questi vantaggi, quello che è più interessante è il fato che la società ha un team di gestione con un approccio conservativo verso il proprio business, il dividendo e la gestione del bilancio, concentrato su investimenti più piccoli ma più sicuri. Essendo particolarmente selettiva sui propri progetti di sviluppo, l'azienda ha potuto mantenere i livelli di debito sotto controllo e preservare anche lo storico dei dividendi (attualmente la cedola per l'azionista è del 4,8%) che vede oltre 57 trimestri consecutivi di aumenti.

Ford Motor Co .

( NYSE: F)

Gli investitori nel settore automobilistico potrebbero approfittare di un basso rapporto tra prezzo-utili di 5,6 volte e un dividend yield del 4,9%. Per chi cerca un investimento con un ritorno particolarmente interessante, Ford offre un punto in più: la sicurezza data dalle dichiarazioni del CFO Bob Shanks sul fatto che la società intende pienamente mantenere il dividendo nonostante gli alti e bassi del ciclo economico con una cedola che rimane sostenibile fino al 2018 grazie a investimenti nelle realtà emergenti e al rafforzamento delle attività del core business.

Ma la bella notizia per gli investitori in realtà è che oltre i soliti premi trimestrali potrebbero arrivare altri dividendi supplementari qualora i conti lo permettessero.

National Grid (NYSE: NGG)

La maggior parte delle utility è solitamente vista come un investimento sicuro per i dividendi visto il carattere prevedibile dei flussi di cassa.La maggior parte dei guadagni di National Grid provengono da attività di produzione elettrica e di trasporto del gas, un mercato molto maturo che genera carichi di denaro contante senza troppa necessità di investimenti soprattutto per chi, come National, è leader nella nazione di riferimento, in questo caso il Regno Unito.

I costi per l'azienda sono molto più bassi e permettono non solo di essere particolarmente generosi sul fronte del dividendo ma anche di investire risorse nel prossimo mercato di riferimento, quello degli Usa. In realtà, Crowe ricorda che National Grid è un po'diversa rispetto alla maggior parte delle società che pagano dividendi, perché la sua cedola, in realtà è variabile sulla base di una percentuale del reddito netto annuo.

Inoltre, i pagamenti sono semestrali e non trimestrali o annuali e cioè le scadenze tipiche delle altre aziende. Ad ogni modo, escludendo queste particolarità, la percentuale del dividend yield è di tutto rispetto: 4,5% 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento