-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 30 settembre 2016

3 consigli buy di Jefferies da tenere d'occhio


Lee Jackson, del team di 24/7WallSt, estrae da una buy list di Jefferies una serie di titoli con raccomandazione “buy” e che possano offrire agli investitori un cosiddetto “catalizzatore”: qualcosa cioé - un programma di buyback, un progetto di fusione o acquisizione, un prossimo cambio tra i ranghi del top management - che possa suscitare nuovo entusiasmo da parte di analisti e investitori e fare da propulsore alle quotazioni.
Ne abbiamo scelti tre. Vediamoli.

PNM Resources (NYSE: PNM)

PNM Resources Inc.  è una utility company che si occupa di generazione, trasmissione e distribuzione di energia elettrica. La società genera elettricità da carbone, nucleare, gas naturale e fonti geotermiche, solari ed eoliche.

Con una capacità di generazione di circa 3000 megawatts, serve all’incirca 750.000 clienti commerciali, residenziali e industriali in New Mexico e Texas.
La società ha finalmente ricevuto dalle autorità del New Mexico il via libera a un innalzamento delle tariffe elettriche.
Le nuove tariffe approvate, seppur inferiori rispetto al 14% circa proposto dalla società, accresceranno comunque i ricavi annuali di PNM Resources di circa 70 milioni. Gli azionisti ricevono un dividendo del 2,61%. Il prezzo obiettivo offerto da Jefferies è di 37,50 dollari.

Encana Corp.

(NYSE: ECA)

Encana Corp. (NYSE: ECA) si occupa di esplorazione, produzione e commercializzazione di gas naturale, greggio e liquidi da gas naturale in Canada e negli Stati Uniti. Le aree di produzione sono concentrate in diverse zone canadesi: nel nord e nel nordest della Columbia Britannica,  in Alberta, e in Nuova Scozia.
La view di Jefferies sul titolo è bullish già dall’inizio dell’anno, quando il broker ha inserito Encana nella sua Franchise Picks List.

E nel 2017, il broker vede buone prospettive per i nuovi progetti della società, tra cui un’espansione della produzione nel bacino Permiano. Jefferies indica un generoso target price di 13 dollari, a fronte di una quotazione di 9,38 dollari all’ultima chiusura.

Viacom (NASDAQ: VIAB) 

E l'ultimo titolo da tenere d'occhio è Viacom, il colosso statunitense dei media da tempo al centro delle cronache di Wall Street per la guerra interna che ha visto protagonista il vecchio fondatore Sumner Redstone.

Produttore di contenuti televisivi e detentore di 230 canali tra cui Mtv e Paramount Pictures, Viacom viene fuori da un periodo complicato ed ha appena tagliato del 50% la cedola trimestrale (il dividendo è ora del 2,1%.)
Ma una importante novità di cui si parla nelle ultime ore potrebbe portare al rilancio (e segno ne è il balzo del 3,91% di ieri che ha portato le quotazioni a a 42,52 dollari): nelle scorse ore il Cda di Viacom ha ricevuto dal socio di riferimento National Amusements una lettera che invita a considerare una potenziale fusione tra Viacom e CBS, operazione che contribuirebbe a rafforzare i fondamentali e il profilo finanziario del gruppo, come messo in evidenza da un recente report di Moody's. Dunque, anche se le recenti vicissitudini e gli attuali movimento intorno alla società consigliano di stare con gli occhi aperti, suggerisce Lee Jackson, Viacom potrebbe offrire agli investitori un buon punto d’ingresso. 
E gli esperti di Jefferies forniscono un target price sul titolo a 49 dollari, a fronte dei 37,77 dollari dell’ultima chiusura. 

 

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento