-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 9 agosto 2016

Piazza Affari non si ferma: porta aperta a nuovi rialzi

08/08/2016 19:03

Sulla scia della chiusura positiva di venerdì scorso, anche la prima seduta della nuova settimana si è conclusa bene per le Borse europee che hanno continuato a guadagnare leggermente terreno. Il Cac40 e il Ftse100 sono saliti rispettivamente dello 0,11% e dello 0,23%, mentre il Dax30 ha guadagnato lo 0,63%.

Ftse Mib: confermata la prossima tappa rialzista a 17.000

Ad avere la meglio su tutti è stata Piazza Affari che è salita per la quarta giornata consecutiva, con il Ftse Mib fermatosi a 16.743 punti, in progresso dello 0,71%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 16.806 e un minimo a 16.667 punti.


L'indice delle blue chips ha aperto gli scambi con un piccolo gap-up, andando a mettere sotto pressione l'area dei 16.800 punti che è rimasta inviolata nell'intraday.
La chiusura a poca distanza da questo livello lascia aperta la porta alla possibilità di un nuovo attacco dell'ostacolo a 16.800, oltre cui il Ftse Mib andrà a testare i massimi della scorsa settimana in area 17.000/17.100.

Ulteriori sviluppi positivi si avranno al superamento di questa resistenza, con primo obiettivo a 17.500 punti e target successivo a 18.000 punti, ossia sui valori del giorno antecedente il risultato del voto sulla Brexit.
La mancata riconquista di area 17.000/17.100 lascerà il Ftse Mib esposto al rischio di nuove incursioni ribassiste.

In tal caso il primo sostegno da monitorare è in area 16.500, sotto cui ci sarà il rischio di una flessione fin verso i 16.000 punti.
Molto importante sarà la tenuta di questo livello perchè in caso di cedimento dello stesso il Ftse Mib scivolerà verso i 15.500 punti, ultimo baluardo da difendere prima di un ritorno sui minimi dell'anno in area 15.000.
Al momento non attribuiamo grandi probabilità di realizzazione a quest'ultima ipotesi, credendo piuttosto nella possibilità di ulteriori spunti positivi nel breve.

I market movers in America e in Europa

Per domani sul fronte macro Usa si segnala l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa.

Per il dato preliminare relativo alla produttività non agricola del secondo trimestre di prevede una variazione positiva dello 0,9%, in netto recupero rispetto al calo dello 0,6% dei primi tre mesi dell'anno.
Il costo unitario del lavoro nel secondo trimestre è visto in positivo dell'1,9%, in frenata in confronto al rialzo del 4,5% del primo trimestre.
In agenda anche le scorte all'ingrosso che a giugno dovrebbero mostrare un rialzo dello 0,2% rispetto allo 0,1% precedente. 
A mercati chiusi saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Walt-Disney dai quali ci si attende un utile per azione pari a 1,61 dollari.
In Europa si guarderà alla Germania dove è atteso il dato relativo alla bilancia commerciale che a giugno dovrebbe mostrare un saldo positivo di 17,5 miliardi di euro, in frenata rispetto ai 22,2 miliardi della rilevazione precedente.
A Piazza Affari saranno diffusi i risultati del primo semestre di Banca Popolare di Sondrio.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento