-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 3 agosto 2016

Molta cautela su Piazza Affari. Il portafoglio titoli di agosto


A Piazza Affari il mese di luglio è stato archiviato con un bilancio positivo dall'indice Ftse Mib che ha messo a segno un rialzo di quattro punti percentuali. Un vantaggio che però è stato mandato in fumo nelle sole prime due sedute di agosto, con una forte pressione in vendita seguita alla diffusione dei risultati degli stress test sulle banche.

Perchè il mercato ha reagito negativamente agli stress test?

Dopo un piccolo rally che ha avuto vita davvero molto breve, il mercato ha cambiato faccia lunedì scorso, lasciando spazio alle vendite.

Per gli analisti di Equita SIM probabilmente le fughe di notizie della scorsa settimana avevano già fatto incorporare nei prezzi un esito nel complessivo negativo. Inoltre il fatto che il fondo Atlante compri i crediti non performanti di Banca Monte Paschi a 0,27 euro potrebbe avere generato un readacross negativo.

E' bene essere ancora cauti su Piazza Affari: ecco perchè

Nel consueto report mensile gli esperti della SIM milanese fanno sapere che hanno valutato se avesse ancora senso mantenere una view negativa sul mercato azionario italiano, alla luce dell'S&P500 su nuovi massimi storici, dell'impegno delle banche centrali a mantenere elevata la liquidità del sistema e dei risultati societari nel complesso in linea con le attese.
La conclusione cui sono giunti però non è incoraggiante, perchè la loro idea è che i rischi sui mercati non siano assolutamente compensati dall'upside potenziale, per cui è preferibile rimanere cauti.


In primis l'aumento di capitale da 5 miliardi di euro di Banca Monte Paschi e quello potenziale di Unicredit da 5-7 miliardi, creano un pesante overhang, ossia eccesso di carta sul mercato, con riferimento al settore bancario. 
Ad ottobre inoltre s profilano due rischi politici rilevanti, rappresentato uno dal referendum in Italia e l'altro dalle elezioni presidenziali in Austria.
Un altro fattore che induce alla cautela è dato dal fatto che i multipli sono convenienti solo per settori a forte rischio di un taglio degli utili e con problemi strutturali, come i finanziari, mentre negli altri casi i multipli sono supportati solo da tassi di interesse distorti dalle banche centrali e/o da margini ai massimi storici.
Gli analisti vedono inoltre lo scenario di "helicopter money" come un rischio piuttosto che un'opportunità, perchè sarebbe il segnale definitivo che le banche centrali sono all'ultima spiaggia e l'idea è che il consumatore medio difficilmente spenderebbe l'inatteso regalo.
Infine, c'è il rischio di un'ulteriore revisione al ribasso delle stime di utile, viste le pressioni sui margini nel settore finanziario, i problemi strutturali in Europa e i primi segnali di rallentamento della domanda.

Il portafoglio titoli raccomandato da Equita per agosto

Poche le modifiche apportate dagli analisti al portafoglio titoli suggerito a Piazza Affari, nel quale viene azzerato il peso di Unicredit.

Una scelta da ricondurre al fatto che dopo l'esito degli stress test diventa ancora più probabile un aumento di capitale per il gruppo.
Sul titolo viene confermato il rating "hold", con un prezzo obiettivo a 3,1 euro e e per mantenere sostanzialmente invariato il sottopeso sui bancari, gli esperti hanno aumentato l'esposizione ad Intesa Sanpaolo nella versione risparmio.
Tra gli altri bancari presenti in portafoglio trovano spazio Banco Popolare, Banca Popolare di Milano e Mediobanca, mentre nel comparto del lusso si punta su Luxottica, Moncler e Salvatore Ferragamo.
Nel settore petrolifero la scelta cade su ENI, mentre tra gli industriali la scommessa è su Leonardo-Finmeccanica e Prysmian.
Nel portafoglio raccomandato troviamo inoltre altri titoli quali Ferrari, Poste Italiane, Buzzi Unicem, mediaset, Atlantia, A2A, Enel e Telecom Italia nella versione risparmio.   
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento