-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 16 agosto 2016

Indici europei: analisi Candle Model del 16 agosto


Persa – o sospesa, a seconda dei casi − momentaneamente l’intonazione (ovvero il Trend/segnale) rialzista di breve per gli indici europei, in un quadro superiore positivo per il Dax, e con un test − visto ieri − nell’Eurostoxx 50 che inizia a cambiare favorevolmente anche la prospettiva di più ampio respiro dell’indice paneuropeo, mentre il Ftse Mib si attarda: pur non distante dall’area di revisione, necessita di maggiore energia direzionale per poter ridisegnare la sua prospettiva.
Ma passiamo in rassegna di aggiornamento la segnaletica Candle Model su tali indici europei.
 
DAX
Non vi sono variazioni di rilievo rispetto all’ultima video-analisi di aggiornamento di sabato scorso  (https://www.facebook.com/analisi.candle.model/) , con un Trend/segnale di breve (ricavato in quadro grafico giornaliero) che è stato riposto in neutrale sul Dax in chiusura di giovedì 11/8, con ripristino rialzista a questo punto a 10830 o su nuovo Modello di ripartenza di breve che dovesse presentarsi.
Il quadro di breve dell’indice teutonico è interessato dall’approdo in un’area grafica, denominata di “interstizio” che l’analisi Candle Model associa ad una reazione temporanea – ovvero in arretramento − rispetto al movimento di provenienza, cioè rialzista, in questo caso.
Potranno essere i livelli dinamici di periodo (le medie di sfondo, in questo caso) a contenere la spinta di arretramento, prima che il contesto grafico di breve si riproponga in sintonia con quello di più ampio respiro sul Dax, che gode adesso di una segnaletica revisionata al rialzo gradatamente (da10340 nel quadro settimanale il 27 luglio, da 10475 l’8 agosto).
Stop protettivi delle suddette ipotesi interpretative di più ampio respiro  posti rispettivamente a 9260 e 9210.
 
FTSE MIB
Nel Ftse Mib vale lo stesso commento operativo dell’ultimo aggiornamento in video-analisi, in cui si indica la necessità di scavalcare al rialzo area 17130 (minimamente filtrata) per rimuovere definitivamente l’ipotesi di ritorno di debolezza parziale, che, seppur ormai di flebile portata, non è stata del tutto rimossa.
L’interesse del quadro del Ftse Mib si appunta in questa fase sulla valenza che la medesima area – 17130 – riveste anche nel quadro settimanale dell’indice nostrano, in quanto crinale e spartiacque della prospettiva direzionale settimanale.
Una capacità di lasciarsi alle spalle area 17130 avrebbe insomma una valenza plurima della struttura grafica del Ftse Mib, compresa la possibilità di una sterilizzazione dell’indicazione mensile di debolezza dell’indice stesso, che ormai conta una longevità di quasi otto mesi.
 
EUROSTOXX 50
La massima tonicità espressa ieri dall’indice paneuropeo ha lambito ed intercettato timidamente area 3060, deputata a circoscrivere l’ipotesi di debolezza del quadro superiore dello stesso, sia in merito al quadro grafico settimanale che in riferimento a quello mensile.
Dunque un passaggio utile per procedere allo smantellamento dell’ipotesi operativa ribassista del quadro superiore di Eurostoxx 50 (sfruttando magari l’indicazione di breve di debolezza, commentata più avanti), con due elementi di monitoraggio rispetto alla revisione interpretativa rialzista  in corso: lo stop operativo posto a questo punto a 2890, insieme ad un riscontro di conferma che arriverebbe con chiusura di corrente ottava sopra 3046.
Una ridefinizione della prospettiva di più ampio respiro, insomma, quella in manovra sull’Eurostoxx 50, che deve tuttavia fare i conti immediati  con una indicazione di debolezza (tecnicamente un Modello di InverTrend ribassista) che il più dinamico quadro giornaliero ha perfezionato ieri sera (15/8) in chiusura di seduta, che avrebbe epilogo – con rilascio di nuova indicazione rialzista − a questo punto già sopra 3063,4 (momento di massima tonicità di ieri).
 
Autore: Giacomo Moglie

Nessun commento:

Posta un commento