-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 9 agosto 2016

Goldman Sachs: nessuna medaglia d'oro per le azioni


David Kostin non ha dubbi: il mercato azionario, adesso, non offre niente di interessante e in tempo di Olimpiadi non ci saranno medaglie d'oro per le azioni. Soprattutto statunitensi.

Azionario? Niente di che... 

Il capo stratega di Goldman, da tempo focalizzato sull'azionario, ha recentemente dichiarato che i mercati azionari di tutto il mondo non offriranno alcun guadagno nell'immediato futuro.
"Nei prossimi tre mesi ci aspettiamo un andamento negativo in Asia (-3%), Giappone (-6%), Stati Uniti (-10%) ed Europa (-11%)"
Un pessimismo che ha portato gli esperti di Goldman a declassare l'azionario ad "underweight" per i prossimi 3 mesi.

Incertezza globale, crescita stentata, interrogativi sul futuro della Cina, potenziali shock geopolitici in agguato rappresentano zavorre troppo pesanti per essere ignorati. Per questo da Goldman non sono ottimisti su questo tipo di rally come ha sottolineato anche Christian Mueller-Glissmann. Rendimenti poco brillanti dettati, secondo Kostin, principalmente, dal fatto che risulta tutto troppo costoso: le parole arrivano proprio dopo una serie di sedute trionfanti in cui il maggior indice statunitense ha toccato nuovamente i massimi storici.

Guardando i numeri, infatti la Borsa di New York ha visto un S&P 500 che ha chiuso la settimana scorsa a 2.182,87 con un picco intraday di 2.184,73.
 

Stagione degli utili in chiaroscuro

Intanto procede la stagione degli utili in chiaroscuro con i titoli del listino S&P che evidenziano un generalizzato calo nella crescita degli utili rispetto all'anno precedente.
Per la precisione si parla di un calo del 3,5% sul 2015, anche se la maggior parte delle aziende è riuscita nell'intento di battere le previsioni del mercato. E non sembra che il trend sia destinato a cambiare se è vero come sembra, che anche le previsioni del terzo trimestre non lasciano presagire nulla di interessante con un calo dell'1,75 tra le stime di Wall Street.
“Attualmente il mercato è più vulnerabile alla crescita e alle delusioni politiche, a nostro avviso.

Inoltre, il momento positivo è ormai debole."
Alla luce dei dati tecnici esaminati, è possibile prevedere, secondo le analisi di Kostin, che sull'S&P 500 si verifichi un calo di almeno il 5% nei prossimi mesi. Ma se sul prossimo trimestre è bene mantenere una basso profilo sottopesando la presenza sull'azionario, per i 12 mesi in arrivo il giudizio è neutral.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento