-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 1 agosto 2016

Ftse Mib sul crinale

L’ impressione, che tale rimane fino a prova contraria, è che al nostro listino Ftse Mib manchi veramente poco all’inversione rialzista o che, addirittura, il mercato abbia già invertito ma che sia soltanto nelle fasi iniziali di partenza. Certo lascia un po’ perplessi vedere il nostro maggiore listino perdere quasi un punto e mezzo nella giornata di giovedì 28 luglio e il Dax tedesco vicino alla parità.
Che il Ftse Mib voglia provare a salire lo si vede dal grafico settimanale di Figura 1 e si capisce come il livello di resistenza a 16.800 sia molto importante.
Figura 1.

Future FtseMib40 – grafico settimanale.
Tale soglia è stata sicuramente molto testata, ma è stata violata oppure no?
Nonostante occorrano conferme, che il tempo non mancherà di far arrivare, saremo forse in grado di trarre qualche informazioni in più scendendo nel dettaglio di un time- frame grafico inferiore: quello giornaliero.
Dal grafico daily (Figura 2) sembrerebbe emergere che il mercato si sia mosso verso l’alto in 5 fasi.
Figura 2.

Future FtseMib40 – grafico giornaliero con analisi onde di Elliott
Se ciò troverà conferma saremmo di fronte a un‘ottima notizia poiché un movimento con tali caratteristiche sarebbe inevitabilmente seguito da uno successivo destinato a superarne i massimi (Figura 3).
In altre parole, significherebbe che il ribasso è già finito.
Figura 3.

Future FtseMib40 – grafico giornaliero con analisi onde di Elliott
Questa è l’interpretazione che (da chi scrive) va considerata lo scenario di maggiori probabilità.
Sul fronte singoli titoli mi sembra promettente il comportamento di PIQUADRO.
Il titolo ha infatti invertito il suo trend di medio periodo portandolo al rialzo e attende una conferma su base settimanale con l’eventuale chiusura sopra 1,16 euro per proiettarsi in zona resistenze (1,26 euro ).
Il long che ne deriverebbe necessiterebbe uno stop-loss corretto, a mio avviso, a 1,08.
Figura 4.

PIQUADRO – grafico settimanale
Ancora indecisa sembra invece SESA, che fatica ancora a rompere le sue linee di trend (Figura 5).
Figura 5.
SESA – grafico settimanale
Il titolo va tenuto sott’occhio ma per shortarlo se dovesse chiudere una candela settimanale sotto i 13,96 euro.
Di Fabio Pioli, Pres.

Ass. Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e fondatore di CFI 
Autore: ItForum Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento