-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 2 agosto 2016

Fair value, tagli in arrivo per i minerari

Calo della produzione e flessione del prezzo delle materie prime continuano a far penare le società nel settore delle commodity. La revisione al ribasso delle previsioni future per i conti di Potash Corp of Saskatchewan e di Goldcorp, ha costretto gli analisti di Morningstar ad abbassare le valutazioni sui titoli delle due società canadesi, ma il comparto nel suo insieme ha recuperato da inizio anno oltre il 10% della sua capitalizzazione di mercato (come testimoniato dalla performance dell’indice Msci World Materials) e ora è scambiato a un rapporto Prezzo/Fair value medio di 1,20.

Scende il prezzo, si abbassano i margini

La contrazione del prezzo dei fertilizzanti ha prodotto il taglio del fair value del titolo Potash da 27 a 26 dollari canadesi (il report è stato pubblicato in data 28 luglio 2016).

 “L’azienda ha accusato la caduta delle quotazioni dei sali di potassio del 44% rispetto allo scorso anno a causa della minor domanda da parte di Cina e India e questo ci ha costretto a rivedere le nostre previsioni di breve periodo”, dice Jeffrey Stafford analista azionario di Morningstar.
“Crediamo, tuttavia, che le quotazioni della materia prima abbiano toccato il loro punto più basso e che siano destinate a risalire in futuro.Le nostre stime indicano un nuovo calo del fatturato nel 2016 (-21%), ma nei successi quattro anni l’azienda sarà in grado di invertire la tendenza realizzando una crescita media del 6,5%.

Questo avrà un impatto positivo sul margine operativo che salirà dall’attuale 15% al 24% nel 2020”. Il gruppo canadese ha annunciato la scorsa settimana il taglio del dividendo, il secondo consecutivo dopo di quello del gennaio scorso, e il mercato ha reagito molto male a questa decisione.
Il titolo ha ceduto il 10% circa e questo ha fatto scendere il rapporto P/FV a quota 0,78, portando il rating di Potash da tre a quattro stelle.

Goldcorp, male nel breve periodo

Attese in calo per la produzione di oro di Goldcorp, e gli analisti di Morningstar tagliano il fair value del titolo del gruppo da 31 a 28 dollari canadesi.

“Ci aspettiamo che la compagnia mineraria registri una flessione nelle estrazioni di oro, che passeranno da 3,5 milioni di once del 2015 a 3 milioni nel 2016”, dice  Kristoffer Inton analista azionario di Morningstar.
“Nel lungo periodo, però, prevediamo un recupero dei margini di profitto in seguito all’aumento del prezzo della materia prima, le cui quotazioni saliranno dagli attuali 1.160 dollari all’oncia a 1.600 dollari nel 2020, alla ripresa dell’attività estrattiva e al minor impatto dei costi di produzione”.

Il titolo è scambiato a un rapporto Prezzo/Fair value pari a 0,83 che valgono a Goldcorp un rating Morningstar di tre stelle.
Di Francesco Lavecchia
Autore: Morningstar Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento