-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 17 agosto 2016

Brutta seduta per Generali. Cosa ha spinto al ribasso il titolo?

Cala (Other OTC: CCAA - notizie) il sipario su un'altra seduta tutta in discesa per Generali (EUREX: 566030.EX - notizie) che ha perso terreno per la terza giornata consecutiva, mostrando una maggiore debolezza rispetto all'indice di riferimento. Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con una flessione di quasi tre punti percentuali, quest'oggi ha terminato le contrattazioni a 11,43 euro, con un ribasso del 2,72% e volumi di scambio di poco inferiori ai 12 milioni di azioni, al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 9,3 milioni.
Grande interesse su Generali oggi
Proprio quest'ultima indicazione è un chiaro segnale dell'attenzione rivolta dagli investitori a Generali, in un mercato che tendenzialmente continua a mostrare un'attività meno intensa del solito per via del clima estivo tipico di questo periodo.
Generali nella prima decade di luglio ha fatto segnare i minimi dell'anno scendendo al di sotto dei 10 euro, salvo riprendersi e recuperare oltre il 20%, con una salita al di sopra dei 12 euro che però non ha trovato conferme nelle ultime giornate.
Titolo fuori dall'Eurostoxx50 a breve?
Secondo quanto argomentato nelle sale operative, Generali oggi è stato penalizzato dai rumors secondo cui il titolo sarebbe destinato ad abbandonare il paniere Eurostoxx50, il principale indice azionario dell'area euro che racchiude 50 società quotate. Tra quelle italiane troviamo ENI (Londra: 0N9S.L - notizie) , Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) , Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) , Enel (Londra: 0NRE.L - notizie) e Generali, ma le azioni della compagnia triestina potrebbero dire presto addio all'Eurostoxx50.
Il prossimo 23 agosto è prevista infatti la revisione di questo indice che diventerà efficace dal 16 settembre e stando alle ultime indiscrezioni il posto di Generali potrebbe essere preso dal gruppo irlandese Crh (EUREX: 558474.EX - notizie) .
Una fonte di mercato ha spiegato che l'esclusione della compagnia triestina non è ancora certa e molto dipenderà da come il titolo si muoverà nei prossimi giorni.
Il sentimenti negativo sull'Italia pesa su Generali
Alcuni operatori hanno spiegato il calo odierno di Generali riconducendolo non a fattori specifici della società, quanto ad un sentiment più negativo sull'Italia. 
Dal momento che non possono colpire i BTP che sono protetti dallo scudo della BCE (Toronto: BCE-PA.TO - notizie) , si vanno a colpire i titoli "proxy" dell'Italia, come Generali, per assumere posizioni al ribasso sul nostro Paese.
Quanto agli ultimi giudizi espressi dalle banche d'affari su Generali ricordiamo quello di Banca IMI che nei giorni scorsi ha ribadito la raccomandazione "buy" sul titolo, con un prezzo obiettivo ritoccato leggermente al ribasso da 16,2 a 16 euro.
Gli esperti hanno aggiornato le loro stime dopo i conti del secondo trimestre della compagnia triestina, definiti solidi sia in termini di generazione degli utili sia di gestione del capitale.
Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento