-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 25 luglio 2016

Wall Street chiude l'ottava in crescita su dollaro forte e calo delle commodity. Nuovo record per l'S&P 500


L'ottava si è chiusa in positivo per Wall Street con un nuovo record assoluto per l'S&P 500, mentre il dollaro si è rafforzato su speculazioni che Banca centrale europea e Bank of Japan non abbiano fretta di lanciare nuovi piani di stimolo e le materie prime continuano a perdere terreno. Il Bloomberg Dollar Spot Index, che monitora la divisa Usa nei confronti delle dieci altre principali valute, ha chiuso la seduta di venerdì con un guadagno dello 0,3% portando allo 0,8% il progresso nell'ottava, terza consecutiva di apprezzamento.

Per il Bloomberg Commodity Index, invece, venerdì è stata la sesta giornata di fila di perdite (striscia più lunga in tre mesi), con il future sul Wti in consegna a settembre in declino dell'1,3% a 44,19 dollari (3,8% il calo nell'intera settimana). L'oro ha perso lo 0,50% nell'arco delle ultime cinque sedute (seconda settimana in segno negativo).
Sul fronte macroeconomico la lettura preliminare dell'indice Pmi manifatturiero stilato da Markit in luglio è stata per un progresso a 52,9 punti contro i 51,3 punti di giugno e ampiamente sopra ai 51,6 punti del consensus.
A fine seduta, venerdì, il Dow Jones Industrial Average ha segnato un progresso dello 0,29% (53,62 punti) a 18.570,85 punti.

L'S&P 500 ha guadagnato lo 0,46% (9,86 punti) chiudendo ai nuovi massimi di 2.175,03 punti. Il Nasdaq Composite si è invece apprezzato dello 0,52% (26,26 punti) a quota 5.100,16 punti. Nell'ottava il Dow Jones ha guadagnato lo 0,3% mentre è stato dello 0,6% il progresso dell'S&P 500: era da inizio giugno che i due indici non registravano un'oscillazione settimanale inferiore al punto percentuale.
L'ottava è stata condizionata in negativo ma ancor più in positivo dai titoli tecnologici e sulle cinque sedute il sottoindice It dell'S&P 500 ha chiuso con un guadagno del 2% al traino di Microsoft (apprezzatasi dell'1,38% venerdì), Intel (1,14% il guadagno) e Ibm (1,01%), piazzatisi tutti tra i migliori performer del Dow.

Discorso a parte per Verizon, che ha guadagnato l'1,32% su indiscrezioni di un imminente annuncio dell'accordo per acquisire le attività web di Yahoo! in un'operazione da circa 5 miliardi di dollari. Male General Electric, che perde l'1,63% nella peggiore performance del Dow nonostante una trimestrale migliore rispetto alle attese.
Gli investitori si sono focalizzati sul declino del 16% per i nuovi ordinativi, in particolare dalle imprese attive nei settori di petrolio e gas (che devono continuare a confrontarsi con il deprezzamento dei corsi dei combustibili fossili), sollevando dubbi circa l'outlook d'esercizio.
(RR)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento