-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 luglio 2016

Telecom I.: broker bullish. Attese sorprese dalla trimestrale


L'andamento negativo di Piazza Affari alla fine ha costretto anche Telecom Italia a piegarsi al volere dei ribassisti. Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un rally di oltre tre punti percentuali, quest'oggi ha inizialmente imboccato la via dei guadagni, salendo in controtendenza rispetto al mercato.
Telecom Italia, dopo aver segnato un massimo intraday a 0,7115 euro, con un progresso del 2,5%, ha azzerato li vantaggio ed è scivolato in territorio negativo. Negli ultimi minuti il titolo, che ha già recuperato dai minimi intraday, viene fotografato a 0,6915 euro, con un calo dello 0,36% e oltre 80 milioni di azioni transitate sul mercato, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 113 milioni di pezzi.

La preview di Equita SIM sui conti del secondo trimestre

L'attenzione del mercato è rivolta ora all'appuntamento del 27 luglio, quando Telecom Italia alzerà il velo sui conti del secondo trimestre.

Gli analisti di Equita SIM si apettano risultati incoraggianti con sostanziale conferma dei trend di top line del primo trimestre e miglioramenti di EBITDA.
La SIM milanese prevede che le vendite wireline e mobile services confermino il trend dei primi tre mesi dell'anno, ma se si considera che questo periodo beneficiava dell’effetto 29 febbraio ne risulterebbe una accelerazione sottostante di quasi 100 punti base nel trend.
Gli analisti prevedono che l’EBITDA domestico organico progredisca da -5,2% del primo trimestre a circa -1% nel secondo.

Il miglioramento dovrebbe arrivare anche dalle prime azioni di efficientamento anticipate dal management in occasione della presentazione dei conti dei primi tre mesi dell'anno.
In Brasile è previsto un lieve miglioramento di trend di EBITDA rispetto al -16% del primo trimestre.
Per il gruppo quindi Equita SIM stima un fatturato pari a circa 4,6 miliardi di euro, in flessione dell'8,3% rispetto alla contrazione del 12,1% del primo trimestre, mentre l'Ebitda è visto in discesa del 6% a 1,9 miliardi di euro.


Gli analisti si aspettano poi un'accelerazione di risultati nella seconda metà dell'anno grazie a miglioramenti industriali e valutari in Brasile, efficacia dell’azione sui costi, possibile miglioramento della performance di top line domestica per minori disconnessioni fisse e migliore contesto di prezzi.
L'idea di Equita SIM è che il ritorno ai numeri sarà un catalizzatore positivo per il titolo dopo le speculazioni sugli impatti futuri della minaccia di nuovi competitor che secondo gli analisti sono stati sopravvalutati.
Confermata la view positiva sul titolo che per la SIM milanese resta da acquistare con un prezzo obiettivo a 1,28 euro.

Le attese di Mediobanca

A scommettere su Telecom Italia è anche Mediobanca Securities che mantiene invariato il rating "outperform" con un target price a 1,27 euro.

Il titolo è ora la nuova best pick nel settore telecomunicazioni e media italiano. 
Gli analisti richiamano l'attenzione sulla fiducia ribadita dal presidente Recchi sui risultati del secondo trimestre.
Mediobanca crede che Telecom Italia potrebbe offrire alcune buone sorprese nel secondo trimestre grazie ai primi tangibili impatti del piano di recupero in Italia che dovrebbe essere visibile a livello di Ebitda, al piano di recupero per l'America Latina e ad alcune azioni a livello di ricavi.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento