-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 4 luglio 2016

Seduta positiva per l'Asia al traino del rally di Shanghai e Hong Kong


Dopo una partenza contrastata i mercati dell'Asia hanno virato in positivo, soprattutto al traino dei listini cinesi, avviandosi a segnare la quarta seduta consecutiva in rally sulle speranze di nuovi interventi di stimolo da parte delle principali economie del mondo. Complessivamente la giornata è dunque in positivo per l'Asia, come testimonia il guadagno di circa mezzo punto percentuale dell'indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso.
Performance simile anche per Sydney, nonostante l'esito delle elezioni tenutesi nel weekend non abbia consegnato un vero vincitore (incertezza che ha indebolito il dollaro australiano). La Reserve Bank of Australia martedì terrà il suo meeting di luglio e quasi tutti i 37 economisti sentiti da Reuters settimana scorsa prevedono che vengano mantenuti ai minimi dell'1,75% i tassi di riferimento.

A Sydney, l'S&P/ASX 200 ha chiuso con un guadagno dello 0,67% al traino soprattutto di minerari e petroliferi (Rio Tinto ha sfiorato un progresso del 4%), grazie alle positive performance delle materie prime. Il petrolio è in moderato apprezzamento, consolidando il rally di settimana scorsa dopo che il ministero dell'Energia dell'Arabia Saudita ha dichiarato che il mercato si sta equilibrando.
Vero protagonista della giornata è però l'argento: il prezzo spot sul metallo prezioso è arrivato a guadagnare il 7% sui mercati asiatici, superando quota 21 dollari l'oncia per la prima volta dal 2014. Rimbalza anche l'oro, che con un guadagno superiore all'1% resta ai massimi di oltre due anni.
Anche Tokyo chiude in positivo mentre il dollaro si apprezza moderatamente nei confronti dello yen.

Il Nikkei 225 ha registrato un progresso dello 0,60% (performance identica anche per l'indice più ampio Topix). Sostanzialmente allineata è anche la piazza di Seoul, con il Kospi che si apprezza dello 0,40% al termine delle contrattazioni. Proprio e vero rally, invece, per i listini cinesi. A circa un'ora dalla chiusura, infatti, lo Shanghai Composite guadagna oltre l'1,80% mentre è intorno all'1,60% il progresso di Shanghai Shenzhen Csi 300 e Shenzhen Composite.
Seduta più che positiva anche per Hong Kong: l'Hang Seng scambia in progresso di circa l'1,50% (performance simile anche per l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China).
(RR)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento