-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 29 luglio 2016

Riassumiamo

MPS – Ha ricevuto una proposta di intervento alternativa. La banca ha detto di aver ricevuto due lettere, una da parte di Ubs e una seconda da parte di Corrado Passera, ex-ministro dell’Industria ed ex-AD di Banca Intesa. Una fonte vicina alla materia dice che le due lettere in realtà fanno parte di un’unica proposta.
Il piano di Ubs prevede una raccolta di capitale fresco di 2,5-3 miliardi di euro, a cui si aggiungerebbe una parziale conversione in azioni di strumenti obbligazionari subordinati (Additional tier 1) e un’azione di revisione della gestione delle passività (liability management), scrive Il Sole 24 Ore.

Ultime ore di frenetico lavoro per Mps e i due advisor Mediobanca e JPMorgan per la definizione della soluzione interamente di mercato che dovrebbe liberare la banca di 10 miliardi di sofferenze nette e darle una nuova dotazione patrimoniale. Due fonti anticipano, sono previsti 4 miliardi fra perdite su cessioni crediti e maggiori rettifiche.

Morgan Stanley, UNICREDIT e INTESA SANPAOLO hanno respinto la proposta di sostenere il proposto aumento di capitale da 5 miliardi, secondo una fonte vicina alla situazione.
Il Sole 24 Ore scrive i dettagli di un piano che prevede un’auto-cartolarizzazione del portafoglio di sofferenze a cui starebbe lavorando Lazard, adviser finanziario di Mps.
Secondo Il Messaggero, ieri il supervisory board della Bce ha dato il via libera al piano Mps, autorizzando il maxi-piano fondato su una cartolarizzazione da 26,6 miliardi di Npl lordi (9 miliardi netti circa).
GENERALI – Paga lo scotto delle turbolenze dei mercati e chiude il semestre con utili in calo ma superiori alle stime degli analisti e conferma l’intenzione di migliorare la remunerazione degli azionisti in linea con gli obiettivi del piano strategico.
ENI – Chiude il secondo trimestre con una perdita netta delle continuing operations – che includono anche la chimica di Versalis dopo lo stop delle trattative per la cessione del 70% al fondo Usa SK Capital – in rosso per 450 milioni di euro, in sensibile peggioramento rispetto all’utile di 498 milioni dello stesso periodo 2015 a causa della debolezza del mercato petrolifero e del persistente eccesso di offerta e di capacità nei settori europei del gas e della raffinazione.
MEDIASET – E’ guerra totale fra Mediaset e Vivendi. La società di Cologno Monzese respinge la nuova proposta del colosso dei media transalpino – che prevede di rilevare solo il 20% di Premium e non più il 100% della Pay Tv, conferma lo scambio del 3,5% reciprico, ma punta al 15% del capitale del Biscione – e adirà le vie legali.
Mediaset Premium ha perso 37,1 milioni nel secondo trimestre.
MONCLER – Remo Ruffini fa spazio nella sua holding a due nuovi investitori strategici di lungo termine, Temasek e Juan Carlos Torres. Esce invece TIP, entrata in Ruffini Partecipazioni prima della quotazione di Moncler, che riceverà una quota diretta nel gruppo intorno al 5%.
RECORDATI – Utili e ricavi in crescita nei primi sei mesi dell’anno e le recenti acquisizioni di Italchimici e Pro Farma AG spingono il gruppo farmaceutico a ritoccare nuovamente al rialzo gli obiettivi per l’esercizio.
BANCA MEDIOLANUM – Archivia con un utile netto in contrazione del 25% a 170,3 milioni i primi sei mesi del 2016, contraddistinti da una riduzione delle commissioni di performance a 82,6 milioni da 159 milioni a causa dei mercati sfavorevoli.
Dopo aver contribuito al fondo Atlante per 50 milioni, sta valutando di investire in “Atlante 2″ ma l’eventuale adesione sarà per un importo non superiore ai 10 milioni.
Luglio sarà mese più alto come raccolta fondi. Raccolta netta fondi del secondo semestre potrebbe essere superiore a 1,4 mld del primo semestre.
PRYSMIAN – Ha archiviato il primo semestre con ricavi, marginalità e utile in rialzo, confermando la guidance sull’Ebitda adjusted 2016.
ATLANTIA – La Francia ha scelto il consorzio formato da Atlantia ed Edf per la privatizzazione dell’aeroporto di Nizza.
RISPARMIO GESTITO – Giugno, mese Brexit, segna il primo mese con il segno meno per il sistema del risparmio gestito in Italia dopo 28 mesi di raccolta positiva.
BREMBO – Chiude il primo semestre con un balzo dell’Ebitda, ma ricorda che sul secondo semestre peseranno i costi di avvio di stabilimenti in Messico e Usa.
MAIRE TECNIMONT – Ha chiuso il primo semestre con ricavi, marginalità e utile in rialzo. 
RCS – Diego Della Valle ha dichiarato che resta con la sua quota o anche di più, vuole restare secondo azionista.
Diego Della Valle, International Media Holding (Imh) e Pirelli&C hanno presentato ricorso al Tar del Lazio contro la decisione Consob in merito alla mancata sospensione cautelare dell’offerta di Cairo Communication.
Cairo Communication è salito al 59,69% di Rcs MediaGroup al termine del periodo valido per l’adesione di coloro che avevano scelto l’offerta di International Media Holding.
Redazione itConsilium
www.itconsilium.it

Nessun commento:

Posta un commento