-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 26 luglio 2016

Piazza Affari: strategie suggerite su indice e varie blue chips

Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.
L'indice Ftse Mib sta tornando indietro dopo la mancata rottura di area 17.000 che lo ha visto muoversi in laterale nelle ultime sedute. Cosa prevede nel breve per il nostro mercato?
Il Ftse Mib ha creato una congestione molto stretta con un piccolo supporto a 16.438 punti e una resistenza a 16.972 punti. Per fortuna il mercato ha creato questo minimo e questo massimo dove andare a segnare i due livelli appena citati perchè prima l'intervallo era più largo.
Il supporto poggia sul massimo creato tra i due minimi crescenti e per un ingresso long abbiamo come riferimento la resistenza a 16.972 punti. Per il momento siamo neutrali e sarà la violazione di uno dei due livelli citati prima che darà la direzionalità al mercato, long o short.
La violazione dei 16.972 punti potrebbe condurre il Ftse Mib verso i 18.000 punti, con estensione massima fino ai 18.400, andando a fissare uno stop sotto 16.438 punti.
Per le posizioni al ribasso attendiamo la rottura dei 16.438 punti, con stop a 16.972 e target a 15.000 punti.
La mia view al momento resta neutrale, in attesa di vedere se il mercato romperà al rialzo o al ribasso andando a posizionarmi di conseguenza.
A2A (EUREX: 928195.EX - notizie) è reduce da un bel recupero che lo sta riportando in direzione di area 1,25 euro. Valuterebbe un acquisto del titolo sui livelli attuali?
Per A2A un ingresso long andava realizzato un po' più in basso dei livelli attuali, ma si può in ogni caso fare una buona operazione con un rapporto rischio/rendimento 1 a 1. Acquistando a 1,24 euro si può fissare uno stop a 1,21/1,2 euro, con target a 1,28 euro.
La violazione della resistenza per il titolo c'è già stata e siamo già tre candele sopra, per cui acquistare ora significherebbe entrare a metà operazione, ma si può ancora intervenire al rialzo visto che il rapporto rischio-rendimento è favorevole.
Qual è il suo giudizio su Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) ? Si aspetta un recupero del titolo nel breve?
Azimut ha violato una resistenza che poggia sui minimi del 12 febbraio 2016 da cui è partito il trend rialzista che è durato fino a maggio. Quando Azimut realizza queste violazioni di solito registra dei movimenti direzionali anche abbastanza ampia.
Chi volesse acquistare il titolo può intervenire anche sui livelli attuali con stop a 15/14,9 euro e primo target a 16,36 euro, oltre cui si potrà spostare l'attenzione sui 17,5 euro, ma il primo obiettivo lo vedo più a portata di mano.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) settore bancario qual è il suo giudizio su Banca Monte Paschi e Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) ? Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?
Ubi Banca ha disegnato un doppio minimo da cui si è sviluppato un piccolo rialzo che si è andato a fermare sui minimi di febbraio e di aprile e mi riferisco a quel supporto che ha retto la congestione molto ampia che c'è stata fino a metà giugno.
Il titolo presenta una sequenza di giornate ribassiste consecutive, ma al momento è in congestione. Per un ingresso short sul titolo suggerirei di attendere la violazione dei 2,66 euro con stop loss a 2,88 euro e target a 2,2 euro.
Anche per Banca Monte Paschi non posso che suggerire un'operazione short, intervenendo alla violazione di quota 0,25 euro. Non fisso un target al ribasso perchè in caso di rottura del livello segnalato mi aspetto che il titolo possa scendere con molta volatilità, fissando uno stop loss a 0,36 euro.
Cosa può dirci in merito al recente andamento di Telecom Italia (Other OTC: TIAJF - notizie) che al momento non riesce a riconquistare la soglia di 0,7 euro?
C'è molta diffidenza nei confronti di Telecom Italia e gli investitori faticano ad entrare al rialzo sul titolo. Personalmente non acquisterei il titolo prima che sia raggiunta l'area di 0,76 euro, mentre mi posizionerei al ribasso se violasse la trendline di supporto a 0,67 euro, con obiettivo a 0,63 euro e stop loss a 0,71 euro.
Al superamento di 0,76 euro valuterei un ingresso long con target a 0,85/0,86 euro.
Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento