-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 1 luglio 2016

Piazza Affari allunga il passo, ma ancora non basta

30/06/2016 20:01

Non si ferma il recupero delle Borse europee che, dopo aver superato qualche incertezza registrata nel corso della mattinata, sono riuscite ad imboccare la via dei guadagni e a chiudere gli scambi in positivo. Il Dax30 e il Cac40 hanno guadagnato rispettivamente lo 0,71% e l'1%, mentre il Ftse100 è salito del 2,27%.

Ftse Mib: oltre quali livelli sarà maggiormente al sicuro?

In positivo anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha mostrato un andamento volatile, fermandosi a 16.197 punti, con un vantaggio dell'1,57%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 16.250 e un minimo a 15.629 punti.


La tenuta di area 16.000 ha inizialmente respinto i corsi in direzione dei 15.500 punti, ma in seguito si è avuto un bel recupero che ha portato a violare con decisione l'area dei 16.000 punti.
Il recupero messo a segno a partire da martedì scorso, per quanto interessante, non è ancora sufficiente per sciogliere le riserve sul Ftse Mib.
E' atteso infatti un ulteriore segnale di positività che giungerà con la violazione netta e confermata in chiusura di sessione di area 16.250, corrispondente ai massimi di oggi.
Oltre questo livello si potrà guardare in primis ai 16.500 e ai 16.700/16.800 punti, per poi spostare lo sguardo sui 17.000 punti, in corrispondenza dei quali si potrebbe anche assistere ad un ritorno delle vendite.


Segnali di incertezza si avranno con ritorni al di sotto di area 16.000, con primo obiettivo ribassista in area 15.500 e target successivo sui recenti minimi a 15.000 punti.
Molto importante sarà la tenuta di quest'ultimo livello per evitare un ulteriore deterioramento del quadro tecnico, con il rischio di una prosecuzione delle vendite verso i 14.500 punti prima e i 14.000 in un secondo momento.  
In prossimità anche del week-end consigliamo di non esporsi più di tanto sul mercato, rimandando l'eventuale apertura di nuove posizioni long alla prossima settimana, quando si potrebbe delineare un quadro più affidabile per il Ftse Mib.

I market movers in America e in Europa

Per l'ultima seduta della settimana sul fronte macro Usa si segnala l'indice PMI manifatturiero di Markit.

Per l'indice ISM manifatturiero di giugno le stime parlano di un rialzo da 51,3 a 51,4 punti, mentre le spese per le costruzioni a maggio dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,6% in confronto alla flessione dell'1,8% di aprile. 
In calendario anche un discorso di Loretta Mester, presidente della Fed di Cleveland.
In Europa si conoscerà il dato finale dell'indice PMI manifatturiero che a giugno è visto a 52,6 punti, in linea con la lettura preliminare e in rialzo rispetto ai 51,5 del mese precedente.

Per il tasso di disoccupazione di maggio si prevede un calo dal 10,2% al 10,1%.
In Germania è in agenda il dato finale dell'indice PMI manifatturiero di giugno che dovrebbe attestarsi a 54,4 punti, in linea con la rilevazione preliminare e in rialzo rispetto ai 52,1 punti della versione definitiva di maggio.

Lo stesso dato in Francia dovrebbe confermare l'indicazione preliminare a 47,9 punti.

Fca sotto la lente in attesa delle immatricolazioni in Italia

A Piazza Affari da seguire Fca visto che saranno diffusi i dati relativi alle immatricolazioni di auto in Italia a giugno. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento