-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 4 luglio 2016

Orso sazio sul Ftse Mib, forse

Ci sono novità, finalmente, per il nostro future sul Ftse Mib, dopo mesi passati all’interno di una configurazione triangolare, rotta al ribasso con violenza. Infatti, a nostro avviso, si stanno gettando le basi per un’inversione del trend (da ribasso a rialzo) sul mercato. A fornire probabilità a questo “rischio d’inversione” contribuiscono tre motivi.
Sono stati raggiunti tutti gli obiettivi più probabili.
Come si vede in Figura 1 (sotto) area 15.500 – 15.000 è una delle possibili zone di arrivo finale del movimento.
Figura 1. Future FtseMib40 – grafico settimanale.
Dallo sviluppo più plausibile delle onde di discesa dovremmo con facilità trovarci in onda 5, ovvero l’ultima (disegnata in Figura 2).
Figura 2.

Future FtseMib40 – grafico giornaliero con analisi onde di Elliott
Non dobbiamo mai dimenticare che i mercati, per loro natura, oscillano alternando necessariamente periodi di discesa a periodo di salita.
Ma perché parliamo di “rischio d’inversione”?
Perché i tre elementi evidenziati vengono regolarmente, in fasi simili, trascurati. Paradossalmente, infatti, la maggior parte degli investitori è rialzista sui massimi (è accaduto in area 22.000 - 24.000 sul fib) e ribassista sui minimi.

Per questo vogliamo segnalare questo “rischio”.
Tutti di corsa a comprare dunque? Non necessariamente, perché i prezzi che garantiscono un rialzo convinto si trovano un po’ lontani: a 17.100 se non addirittura in area 17.700 (Figura 3).
Figura 3. Future FtseMib40 – grafico giornaliero
Tuttavia mettersi nell’ottica di cominciare a pensare che si può comprare è un esercizio utile.

E’ possibile insomma che il ribasso abbia finalmente, a più di un anno dal suo inizio, i giorni contati. Ma cominciare a pensare di comprare cosa?
In attesa che i bancari diano segni di ripresa (come detto i livelli di inversione sull’indice sono distanti e ciò e tanto più vero sui bancari) diamo uno sguardo a ISAGRO.
Il titolo ha già temporaneamente invertito la sua direzione forando la trend line di riferimento per poi appoggiarvisi (Figura 4).
Figura 4. ISAGRO – grafico settimanale
L’obiettivo minimale è quello dell’area di resistenza 1,484 mentre lo stop-loss prudenziale è a 1,029.
Non lascia invece per ora dubbi sulla sua debolezza TOD’S.

Anche per questo titolo il ribasso troverà compimento ma i suoi livelli di inversione sono lontani (Figura 5), ovvero a 61,25 euro. Difficile tuttavia shortare in piena corsa. Si segnala pertanto il titolo ma non se ne suggerisce, a questi prezzi, un’operatività.
Figura 5.
TOD’ S – grafico settimanale 
Di Fabio Pioli, Pres. Ass. Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e fondatore di CFI
Autore: ItForum Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento