-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 28 luglio 2016

Debutto sottotono per SCM Sim, ma pesa il cattivo sentiment dei mercati


Debutto sottotono per *Solutions Capital Management Sim *che in tarda mattinata cede a Piazza Affari lo 0,38% e si riporta a 10,55 euro dopo un primo affondo a quota 10,15 euro. Sull'andamento dei corsi pesa sicuramente il peso del sentiment negativo dei mercati azionari stamane.
La matricola di Borsa sbarcata sull'Aim ha raccolto sul mercato in fase di collocamento circa 2,2 milioni di euro e il flottante al momento della quotazione era al 10,99% con una capitalizzazione di 20,2 milioni di euro.


E' la prima SIM (ossia società di intermediazione mobiliare) a quotarsi su AIM Italia e gestisce masse per circa un miliardi di euro al servizio di circa 500 clienti affidati a un team di 15 dipendenti e 28 private banker.
Il conto economico del gruppo rilevato nel documento di ammissione indica una continua crescita negli ultimi tre anni con commissioni attive ? ovviamente la parte più rilevante del business ? in crescita graduale da 2,16 a 4,81 milioni di euro dal 2013 al 2015.
Il *margine di intermediazione *nello stesso periodo è passato da 2,62 a 3,88 milioni, ma più a valle del conto economico sono aumentate anche le spese amministrative e le rettifiche di valore.
Il risultato della gestione operativa, ancora negativo per 219 mila euro circa nel 2013, a fine 2015 registra un saldo positivo per 357 mila euro circa.
Il 2015 è stato inoltre l'esercizio che ha sancito il *passaggio a un utile di 182 mila euro *contro il rosso da poco meno di 43 mila euro dell'anno precedente e quello da 223 mila euro del 2013. La società inoltre presenta una posizione finanziaria netta positiva per ben 1,26 milioni di euro.
In termini di qualità del credito si registra una flessione del *CET1 ratio *dal 15% di fine 2014 al 12% della fine dello scorso anno: questo calo è dovuto al decremento dei fondi propri passati da 1,775 milioni nel 2013 a 1,639 milioni a fine 2015.
Il socio venditore che ha promosso la quotazione e dunque controllava integralmente la SIM prima della quotazione è *HPS ? Holding Partecipazioni Societarie S.r.l.
*il cui capitale è in mano a Sergio Valsecchi (12,16%), Antonello Sanna (7,41%), Roberto Santoro (5,2%), Francesco Barbato (4,5%), Mathieu Peter Magni (3,84%) e ad altri soci (66,85%). Nessun soggetto controlla dunque attualmente HPS.
(GD)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento