-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 29 luglio 2016

Buy&Sell: il biotech ora è interessante per JP Morgan


Dopo un calo del settore biotech, per JP Morgan adesso è arrivato il momento della riscossa. 

Celgene Corp. (NASDAQ: CELG)

Punto di forza, secondo JP Morgan, è la sua rete di partnership: a basso rischio e con la potenzialità di un vasto catalogo di farmaci che potrebbero essere commercializzati già prima della fine del decennio.
In particolare l'attenzione degli esperti del settore è puntata verso Otezla, farmaco per il trattamento della psoriasi e e dell'artrite psoriasica, particolarmente popolare tra i medici che hanno preferito aumentarne le prescrizioni. Altro grande protagonista della scena biotech è Revlimid, così come anche Abraxane entrambi ancora sulla cresta dell'onda per le vendite. In particolare Revlimid costituisce oltre il 60% del fatturato totale della società.
Il target price fissato da JPMorgan è di 136 dollari con un consensus con rating Overweight,

BioMarin Pharmaceuticals Inc.

(NASDAQ: BMRN)

Il primo trimestre ha visto conti estremamente positivi per la società che sviluppa e commercializza prodotti biofarmaceutici, tanto da incoraggiare un forte ottimismo anche per il secondo trimestre. Il suo portafoglio di prodotti si compone di cinque farmaci anche se il suo cavallo di battaglia, attualmente, per gli esperti, è il lungo elenco di tutti quelli in fase di approvazione
Negli ultimi dieci anni, BioMarin è diventata una delle principali aziende farmaceutiche specializzata in farmaci orfani, cioè tutte quelle molecole nate dalla ricerca su malattie rare e difficilmente commercializzabili o, comunque, destinate a un settore di nicchia.

Per questo motivo, per l'azienda, si prospetta facilmente il titolo di leader del settore. Stando alle previsioni dei vertici, questo 2016 dovrebbe concludersi con un fatturato pari a 875.000.000 di dollari che diventerebbero 1.1 miliardi nel 2017. Un salto favorito anche dalla prevista approvazione da parte delle autorità di controllo del farmaco, si Vimizim, una terapia enzimatica sostitutiva per la sindrome di Morquio.
In virtù di tutto questo da JPMorgan si vota per un target a 120 dollari con rating overweight

Spark Therapeutics Inc. (NASDAQ: ONCE)

L'azienda si concentra sullo sviluppo di farmaci nel segmento della terapia genica per i pazienti che soffrono di malattie debilitanti attualmente le speranze sono riposte su SPK-RPE65, molecola che dovrà trattare le distrofie retiniche ereditarie (IRD), molecola che è arrivata alla fase 3 del protocollo di sperimentazione clinica.

Inoltre l'azienda ha un accordo di collaborazione con Pfizer per lo sviluppo e la commercializzazione di alcuni prodotti rientranti nel programma di terapia genica per il trattamento dell'emofilia B. I dati incoraggianti finora presentati dall'azienda hanno infuso fiducia anche negli analisti di JPMorgan che per le sue azioni puntano in alto: rating Overweight con 82 dollari di target price su una chiusura che ha recentemente toccato i 54,11 dollari. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento