-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 29 luglio 2016

Bond News: Euromacro


Molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
In Francia l'Insee ha reso noto che il dato preliminare del Pil relativo al secondo trimestre e' rimasto invariato su base trimestrale, dopo la crescita dello 0,6% vista nel trimestre precedente. Il dato è inferiore alle stime degli analisti fissate su un incremento dello 0,2%.
Dopo il rallentamento con cui era iniziato il 2016, riprende ad accelerare la crescita dell'economia del Belgio.
Secondo quanto comunicato infatti giovedì dalla Banca centrale di Bruxelles, il Pil è cresciuto preliminarmente nel secondo trimestre dello 0,5% su base sequenziale rettificata stagionalmente, contro lo 0,2% dei primi tre mesi dell'anno (e lo 0,5% del quarto trimestre 2015). Su base annuale la crescita dell'economia è stata dell'1,4% come nel primo trimestre (dato quest'ultimo rivisto al ribasso dall'1,5% indicato in precedenza).
In Germania, l'Ufficio federale di statistica (Destatis) ha reso noto che nel mese di giugno le Vendite al Dettaglio hanno fatto segnare una calo dello 0,1% su base mensile, in linea con le attese.

Su base annuale e in termini reali l'indice e' invece cresciuto del 2,7% (consensus pari a +1,3%), dal +2,8% della rilevazione di maggio.
In Francia l'Insee ha reso noto che nel mese di giugno la spesa per consumi e' diminuita dello 0,8% su base mensile, dopo un calo dello 0,8% rilevato il mese precedente.
Gli addetti ai lavori avevano stimato un incremento del valore della spesa al consumo pari allo 0,1%.
In Francia l'Ufficio di Statistica Insee ha pubblicato i dati preliminari sull'inflazione. Nel mese di luglio l'indice dei prezzi al consumo è diminuito dello 0,4% su base mensile a fronte di un decremento dello 0,1% rilevato a giugno 2015 ed è aumentato dello 0,2% su base annuale.

L'indice armonizzato è cresciuto dello 0,4 su base annua.
L'INE (Instituto Nacional de Estadistica) ha comunicato la stima del PIL nel secondo trimestre del 2016. Il Pil è cresciuto dello 0,7% rispetto al trimestre precedente, risultando in linea con le attese mantenendo il ritmo di crescita tenuto nel trimestre precedente.
Rispetto allo stesso periodo del 2015 il Pil è salito del 3,2% (consensus +3,1%).
In Spagna l'istituto di statistica INE ha annunciato che la stima preliminare dell'inflazione (indice dei prezzi al consumo armonizzato HICP) ha mostrato nel mese di luglio una flessione dello 0,6% su base annua dopo un calo dello 0,8% a giugno.

La rilevazione odierna è lievemente superiore alle attese. Scende dello 0,7% su base mensile l'indice dei prezzi al consumo nazionale.
L'Istat rende noto che a giugno 2016 il tasso di disoccupazione è pari all'11,6%, in aumento di 0,1 punti percentuali su maggio. Dopo il calo di maggio (-0,8%) la stima dei disoccupati a giugno aumenta dello 0,9% (+27 mila).
L'aumento è attribuibile agli uomini (+2,0%) a fronte di un lieve calo tra le donne. Diminuisce di 0,3 punti il tasso di disoccupazione tra i giovani 15-24enni. La stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni a giugno diminuisce dello 0,4% (-51 mila), proseguendo il calo dei tre mesi precedenti. La diminuzione riguarda uomini e donne.

Il tasso di inattività scende al 35,1% (-0,1 punti percentuali).
La Bank of England ha reso noto che il dato relativo al credito al consumo di giugno si e' attestato a 1,837 mld di sterline, in crescita rispetto alle attese (pari a 1,400 mld) e al dato di maggio (1,599 mld). I prestiti netti ai privati si sono attestati a 5,2 mld di sterline, superiori sia alle attese pari a 4,2 mld che al dato precedente, pari a 4,3 mld di sterline.L'approvazione di mutui per abitazioni e' scesa a 64,8 mila unità in calo da maggio (66,7 mila unità) risultando inferiore alle attese pari a 65,6 mila unità.In un rapporto separato, la BoE ha dichiarato che la massa monetaria M4 si attesta all'1,1%.
Eurostat ha comunicato che nella Zona Euro nel mese di giugno il tasso di disoccupazione si e' attestato all'10,1%, in linea con la rilevazione di maggio.
Eurostat ha pubblicato la stima del PIL di Eurolandia: nel secondo trimestre 2016 il prodotto interno lordo e' cresciuto dello 0,3% su base trimestrale ed è cresciuto dell'1,6% su base annuale, risultando lievemente superiore alle attese fissate all'1,5% su base annuale.
In base ai dati Eurostat la rilevazione preliminare sull'inflazione nell'Eurozona nel mese di luglio si attesta a +0,2% su base annuale, in crescita rispetto alla rilevazione di giugno (+0,1%).

L'indice Core si attesta al +0,9% a/a.
Nel mese di luglio 2016, secondo le stime preliminari Istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC) in Italia, al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,2% su base mensile e una diminuzione dello 0,1% su base annua (era -0,4% a giugno).
In base a quanto riportato dall'Istat, nel mese di giugno 2016 l'indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali aumenta dello 0,5% rispetto al mese precedente e diminuisce del 3% nei confronti di giugno 2015.
Aumentano i depositi overnight presso la Bce.

L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 298.869 miliardi di euro, dai 292.812 milioni della lettura precedente. Scendono a 31 milioni di euro i prestiti marginali dai 190 milioni di euro precedenti.
Spread BTP/Bund a 128 punti base nel primo pomeriggio.
Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta all'1,21%.
In calo i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future scende a 167,15 punti (-0,16%) ed il Bobl future si attesta a 133,45 punti (-0,07%).
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento