-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 27 luglio 2016

Bca MPS corre. Verso mega aumento da 5 mld: la view dei broker


Tra le blue chips più gettonate dagli acquisti a Piazza Affari troviamo quest'oggi Banca Monte Paschi che occupa la terza posizione nel paniere del Ftse Mib. Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un calo di oltre un punto percentuale, quest'oggi ha aperto gli scambi in salita, allungando progressivamente il passo.
Negli ultimi minuti Banca Monte Paschi viene fotografato a ridosso dei massimi intraday a 0,2945 euro, con un rally del 4,36% e oltre 59 milioni di azioni scambiate fino ad ora, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 83 milioni di pezzi.

Piano per la cessione di 10 mld di Npl e aumento fino a 5 mld

Il titolo cerca di allontanarsi dai minimi storici segnati il 7 luglio scorso a 0,265 euro, continuando a muoversi sulla scia delle indiscrezioni relative alla soluzione del problema riguardante i crediti non performanti.


Stando a quanto riportato dall'agenzia Dow Jones, la banca senese ha presentato alla BCE un piano per cedere circa 10 miliardi di non performing loan, unitamente ad un aumento di capitale fino a 5 miliardi di euro.
Fonti vicine alla situazione segnalano che Banca Monte Paschi è in attesa del via libera dall'Eurotower per cedere gran parte dei crediti deteriorati al fondo Atlante.
Quest'ultimo dovrebbe rilevare quelli di peggiore qualità, mentre gli altri saranno ceduti a fond di investimento privati, con il sostegno della garanzia statale. 
Un simile piano eviterebbe il salvataggio da parte del Governo che, in base alle norme Ue, richiederebbe in primis agli azionisti di sostenere pesanti perdite.
L'operazione relativa all'aumento di capitale dovrebbe essere completata tra fine anno e gli inizi del 2017.

Le banche del consorzio, stando a quanto riporta il Corriere della Sera, non si impegnerebbero a garantire tutto l'inoptato, mentre il Sole 24 Ore riporta che in caso di inoptato scatterebbe un piano B che prevederebbe il supporto pubblico, anche se non è chiaro in quali termini.

La view di Equita SIM

Secondo gli analisti di Equita SIM 5 miliardi di euro di aumento di capitale sono un ammontare target, visto che le attuali condizioni di mercato permettono di raccogliere un importo ben inferiore.


Ipotizzando una ricapitalizzazione da 5 miliardi di euro, lo sconto massimo sul TERP sarebbe del 14%, rispetto al 38% delle ultime operazioni, a conferma di un rischio molto elevato di esecuzione dell'operazione.
La SIM milanese segnala che le sue stime e la sua valutazione incorporano un aumento di capitale da 2 miliardi di euro.
In attesa di novità gli analisti confermano una view neutrale su Banca Monte Paschi, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 0,35 euro.

Severo il giudizio del Credit Suisse sul titolo

Più severo il giudizio del Credit Suisse secondo cui il titolo è destinato a sottoperformare il mercato, con un target price a 0,29 euro.

Con riferimento alle indiscrezioni di stampa, in base ai calcoli della banca elvetica, un aumento di capitale da 5 miliardi di euro alzerebbe il Common Equity Tier 1 a circa l'11% dopo la pulizia di bilancio. Il Credit Suisse però fa notare che una ricapitalizzazione di questa entità è superiore di 5 volte all'attuale capitalizzazione di mercato di Banca Monte Paschi.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento