-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 14 giugno 2016

Wall Street: si vende, ma non si svende


Indici Usa che terminano sul minimo di giornata dopo aver tentato un rimbalzo ad inizio seduta, sembrerebbe proprio che un segnale peggiore non ci sarebbe potuto essere, dobbiamo quindi “metterci l’elmetto”?
Ovviamente non si può escludere che stiamo andando incontro ad un momento critico, i mercati sono in fibrillazione in tutto il mondo, il rischio maggiore, tuttavia, è che alla tanta temuta Brexit si stiano addossando tutte le colpe, ma possa invece aver poco a che fare con i ribassi di questi giorni.
Difficile trovare la forza per reagire, almeno nel brevissimo periodo, anche se la tenuta dei titoli del comparto petrolifero potrebbe essere un segnale positivo da non sottovalutare.
Di sicuro c’è chi, proprio in un momento così delicato per i mercati, fa “shopping”, ci riferiamo a Microsoft che ha annunciato l’acquisto di Linkedin per 26,2 miliardi di dollari, cash.

Se ne parlava da tempo che Linkedin sarebbe passata di mano al miglior offerente, ed obiettivamente non si poteva immaginare una soluzione più conveniente per gli azionisti.
Il titolo ha guadagnato il 46,6% anche se occorre far notare che nonostante il mega guadagno messo a segno oggi, la performance da inizio anno è tutt’ora fortemente negativa (-14,6%).
Comunque rimane un grande deal, segno che non tutti vedono crolli del mercato stile 2008.
Dow Jones (-0,74%) rimane sui massimi degli ultimi diciotto mesi Exxon (+0,68%), positivo anche McDonald’s (+0,51%) e mette a segno il sesto rialzo di fila Intel (+0,41%)
Visto la “spesa” ha dovuto cedere alle vendite Microsoft (-2,60%), nuove prese di profitto per Visa (-2,22%) e conferma il momento non proprio felice, American Express (-2,00%).
S&P500 (-0,81%) sale ancora dopo l’exploit della vigilia Walgreens (+2,29%), cerca di resistere Allergan (+1,09%) e prosegue la risalita Simon Property (+0,73%)
Costretto a cedere Facebook (-2,29%), terzo calo di fila per Emerson Electric (-2,09%) e nuovo ribasso anche per Monsanto (-1,97%).
Nasdaq (-0,94%) premiata invece l’acquisizione di Blue Coat da parte di Symantec (+5,26%), nuovo massimo storico, ma solo in intraday, per Nvidia (+1,28%) e riprende la strada del recupero Endo Int.

(+1,21%)
Scende sui minimi degli ultimi quattro mesi Liberty Global (-4,10%), nuovo dietro-front per American Airlines (-4,04%) e quarto ribasso consecutivo per Whole Foods market (-2,39%).
Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro
Sei un appassionato di trading?
Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/
Autore: Giancarlo Marcotti Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento