-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 15 giugno 2016

Titoli bancari: prossimi target?

Altra giornata di passione a Piazza Affari, protagonisti, come sempre in negativo, i titoli del comparto bancario che non accennano ad arrestare la loro lunga corsa verso il basso. A guidare i ribassi Banco Popolare (Amsterdam: PB8.AS - notizie) (-6.60%) che mette a segno un nuovo minimo storico a 2,45 euro. Martoriata dalle vendite anche Bca Pop di Milano (-5.20%), Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) (-3.50%) che scende fino a quota 1,90 euro, riferimento importante a livello grafico poichè è l’ultimo sostegno che potrebbe fermare forti ribassi e che porterebbero i corsi fino a 1,83, 1,81 euro.
Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie)  limita le perdite cedendo l’1.90%, probabilmente intravedere i minimi storici hanno rallentato le vendite; i corsi hanno archiviato la seduta al di sotto di 2,225 euro, ciò ha generato un nuovo segnale di allarme e che potrebbe rispedire i prezzi fino a 2,005 euro. Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie)  cede il 2.1% (2.61 euro) archiviando la seduta sui minimi di seduta; il titolo inizia ad intravedere il livello critico posizionato a 2,515 euro, al di sotto di tale livello forti ribassi che potrebbero spingere i corsi anche fino a 2,15 euro.
Forte ribasso per Bca Generali (-6.30%) che al momento è riuscito ad assestarsi oltre il supporto di 20 euro. Limita le perdite Bca Ifis (-1.20%; miglior titolo bancario dell’ultimo decennio) che potrebbe sfruttare il forte supporto in area 20 euro per risalire la china. Fanno registrare nuovi minimi storici Bca Pop Sondrio, Bca Profilo, Creval e Bca Carige.
Autore: Pasquale Ferraro Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento