-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 21 giugno 2016

Settimana cruciale per le Borse: tanti eventi oltre alla Brexit

La settimana iniziata ieri sarà cruciale per le Borse visto che giovedì si terrà il tanto atteso e temuto referendum sulla permanenza o meno della Gran Bretagna nell'Unione europea. 
Per quanto questo sia il principale driver, i mercati dovranno fare i conti anche con altri appuntamenti.
Oggi ad esempio è previsto l'audizione al Senato del presidente della Fed, Janet Yellen, ma è attesa anche la decisione della Corte Costituzionale tedesca sul piano OMT della BCE. Venerdì sarà diffuso il risultato della prima operazione Tltro II, mentre domenica si terranno in Spagna le elezioni politiche.

I market movers in America

Andando a vedere quali saranno nel dettaglio i principali market movers di queste giornate, partiamo segnalano che per oggi sul fronte macro Usa è atteso l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene.

Mezz'ora dopo l'apertura di Wall Street avrà inizio l'audizione del numero uno della Fed, Janet Yellen, alla Commissione Bancaria per Senato, per la presentazione dell'outlook semestrale di politica monetaria.
Sul fronte societario prima dell'apertura di Wall Street saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Lennar Corporation, mentre a mercati chiusi l'attenzione si sposterà sui conti KB Home che dovrebbero consegnare un utile per azione pari a 0,14 dollari.

Per le trimestrali di Adobe Systems e di FedEx le stime parlano di un eps pari rispettivamente a 0,68 e a 3,28 dollari.
Domani sarà diffuso l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e nel pomeriggio è atteso il dato sulle vendite di case esistenti che a maggio dovrebbero attestarsi a 5,5 milioni di unità, in crescita rispetto alla lettura precedente fermatasi a 5,45 milioni.
Mezz'ora dopo l'apertura di Wall Street il numero uno della Fed, Janet Yellen, sarà impegnata in un'audizione alla Commissione servizi finanziari della Camera per la presentazione del report semestrale di politica monetaria.


Un'ora dopo l'avvio degli scambi sarà diffuso il report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.
In serata è atteso un discorso di Jerome Powell, membro della Fed. 
A mercati chiusi si guarderà ai conti degli ultimi tre mesi di Red Hat dai quali ci si attende un utile per azione pari a 05 dollari.
Ricca di eventi sarà la seduta di giovedì quando sarà reso noto l'indice CFNAI relativo all'attività nazionale.

In agenda anche le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero calare da 277mila a 275mila unità. Da seguire anche il dato preliminare dell'indice PMI Manifatturiero di giugno, mentre per il Superindice di maggio le attese parlano di una variazione positiva dello 0,2% rispetto al rialzo dello 0,6% precedente.
Le vendite di nuove case a maggio sono viste in frenata da 619mila a 555mila unità. 
Prima dell'avvio degli scambi saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Accenture con un eps atteso di 1,41 dollari.
Per l'ultima seduta della settimana si segnala il dato preliminare relativo agli ordini di beni durevoli che in riferimento al mese di maggio dovrebbero evidenziare un calo dello 0,8% rispetto al rialzo del 3,4% precedente.

Al netto della componente trasporti si prevede un incremento dello 0,2% rispetto allo 0,5% di aprile.
In calendario anche il dato finale della fiducia Michigan che a giugno è attesa a 94,3 punti, in linea con la lettura preliminare e in frenata rispetto all'indicazione definitiva di maggio fermatasi a 94,7 punti.

In agenda un discorso di Robert Kaplan, presidente della Fed di Dallas.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa oggi l'attenzione sarà rivolta alla Germania dove sarà diffuso l'indice Zew che a giugno dovrebbe calare a 5 punti dai 6,4 di maggio. 
Nel primo pomeriggio è previsto un discorso del presidente della BCE, Mario Draghi, al Parlamento europeo.
Domani sarà diffuso il dato preliminare dell'indice relativo alla fiducia dei consumatori che a giugno è atteso a -7,1 punti, in frazionale peggioramento rispetto alla lettura precedente fermatasi a -7 punti.
Giovedì si conoscerà il dato preliminare dell'indice PMI composito che a giugno dovrebbe calare da 53,1 a 53 punti, mentre l'indice PMI manifatturiero, sempre a giugno, è visto in riduzione da 51,5 a 51,3 punti e l'indice PMI servizi da 53,3 a 53,2 punti.
In Francia sarà reso noto l'indice della fiducia delle imprese che a giugno dovrebbe calare da 104 a 103 punti.

Per il dato preliminare dell'indice PMI manifatturiero di giugno si prevede un rialzo da 48,4 a 48,8 punti, mentre l'indice PMI servizi è visto in frazionale ascesa da 51,6 a 51,7 punti.
In Germania l'indice PMI manifatturiero di giugno è atteso in calo da 52,1 a 52 punti, mentre l'indice PMI servizi dovrebbe passare da 55,2 a 55 punti.

Per giovedì è atteso il referendum della Gran Bretagna sulla Brexit, ma bisognerà attendere la tarda serata per iniziare ad avere prime indicazioni sui risultati dello stesso. 
Prevista anche una riunione della BCE in occasione della quale però non saranno prese decisioni di politica monetaria.
Venerdì si guarderà alla Germania dove saranno resi noti i prezzi alle importazioni di maggio.

Sempre in terra tedesca è atteso l'indice IFO che a giugno dovrebbe calare da 107,7 a 107,4 punti.
Alle 11 è prevista la prima operazione di Tltro II della BCE.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da segnalare per oggi l'assemblea degli azionisti di Olidata per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio.
Domani si guarderà ai titoli del settore petrolifero in vista del report sulle scorte strategiche Usa.
Al momento non si segnalano titoli e temi di rilievo per le sedute di giovedì e venerdì. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento