-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 24 giugno 2016

Risultato Brexit da panico Borse: Farage ed il grande incubo

Contrariamente ai sondaggi della vigilia , ed agli opinion polls di ieri sera, dal referendum sulla Brexit è emerso quel risultato che i mercati finanziari non si aspettavano. Vincono infatti i 'Leave' con il 51,7% rispetto al 48,3% dei 'Remain' (dato parziale 326 contee su 382) il che significa che il popolo inglese ha scelto di voler uscire dall'Ue. L'uscita dall' Unione Europea non sarà immediata, ma a preoccupare ancor di più sono le conseguenze geopolitiche in quanto altri Paesi del Vecchio Continente in futuro potrebbero seguire la stessa strada. 
Nigel Farage, 'giorno dell'indipendenza'
Intanto Nigel Farage , il capo dell'UKIP, nella tarda serata di ieri, dopo l'uscita degli opinion polls, si era detto pessimista affermando che il ' Remain' avrebbe vinto per poco, ma poi all'alba davanti ai suoi supporter ha parlato di 'giorno dell'indipendenza' ed ha anche chiesto le dimissioni immediate del Primo Ministro. 
Tempesta sui mercati valutari, crolla pure il petrolio
La notte sui mercati valutari è stata da incubo per la sterlina che contro il dollaro, dopo un top a 1,50, è arrivata a toccare anche quota 1,35, sui minimi dal 1985 , facendo registrare una volatilità che non si vedeva da tempo per la moneta inglese. Stessa sorte in Giappone per la borsa di Tokyo che, dopo una partenza in moderato rialzo, ha bruscamente invertito la rotta andando a toccare i tre punti percentuali di ribasso . Crolla pure il prezzo del petrolio con il Brent attualmente scambiato a 48,73 dollari al barile (-4,28%).
David Cameron, dimissioni imminenti?
A pesare sulla vittoria dei cittadini votanti favorevoli alla ' Brexit ' è stata in particolare la vittoria dei 'Remain' in alcuni  grandi distretti dove erano attesi però degli scarti percentuali più elevati. E mentre iniziano a circolare i rumors relativi a possibili dimissioni del Primo ministro del Regno Unito David Cameron , l'attenzione ora si sposta, tra poco, sulla reazione delle Borse europee , che negli ultimi giorni erano salite 'scontando' la vittoria dei 'Remain', e sull'andamento dei mercati valutari con l'attenzione riposta alla sterlina prima e poi sull'euro considerando il forte apprezzamento dello yen sulle principali valute che, in questi casi, viene considerata una valuta rifugio.
Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento