-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 17 giugno 2016

Piazza Affari sempre in bilico: attenti alle scadenze tecniche


Il rimbalzo della vigilia ha avuto vita breve per le Borse europee che a distanza di poche ore sono tornate a perdere terreno. Gli indici del Vecchio Continente hanno chiuso gli scambi in rosso, pur fermandosi a distanza dai minimi intraday, con il Ftse100 che ha limitato i danni ad un frazionale ribasso dello 0,27%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono scesi rispettivamente dello 0,45% e dello 0,59%.

Ftse Mib sempre a ridosso dei minimi dell'anno

In ultima posizione troviamo Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 16.351 punti, con un calo dello 0,98%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 16.383 e un minimo a 16.088 punti.


L'indice non è riuscito a dare un seguito al rimbalzo di ieri e il ritorno delle vendite lo ha portato ad avvicinare l'area dei 16.000 punti, per poi avviare un recupero verso i 16.350 in chiusura di sessione.
La struttura grafica del mercato si conferma molto fragile e il Ftse Mib rimane così esposto al rischio di nuove vendite nel breve, pur non escludendo tentativi di recupero che andranno gestiti con la massima cautela.

Con la riconquista di area 16.500 si potrà assistere ad una risalita verso area 17.000, in corrispondenza della quale saranno probabili nuove incursioni ribassiste. Con il superamento di quota 17.000 gli acquisti potrebbero proseguire verso i 17.500 prima e i 18.000 punti in un secondo momento.
Ulteriori segnali di debolezza si avranno con il mancato ritorno al di sopra dei 16.500, evento che favorirà con buona probabilità un test di area 16.000.

Negativo sarà l'abbandono dei minimi dell'anno a 15.800, sotto cui la discesa proseguirà verso i 15.500 punti prima e in seguito in direzione di area 15.000, con eventuali estensioni ribassista fin verso i 14.800 punti nella peggiore delle ipotesi.

I market movers in America e in Europa

Per la prossima seduta sul fronte macro Usa si segnalano i nuovi cantieri edili che a maggio dovrebbero calare da 1,172 a 1,15 milioni di unità, mentre le licenze di costruzione dovrebbero aumentare da 1,116 a 1,142 milioni di unità.
In Europa è atteso l'aggiornamento relativo al costo del lavoro con riferimento al primo trimestre di quest'anno.

In coincidenza con l'apertura delle Borse europee avrà inizio la riunione dell'Ecofin dopo quella odierna dell'Eurogruppo, mentre poco prima della chiusura dei mercati è previsto un discorso del presidente della BCE, Mario Draghi. 
Sempre per domani si segnala l'aggiornamento da parte di Moody's del rating della Spagna, mentre DBRS si esprimerà sulla valutazione del merito di credito dell'Unione europea.

A Piazza Affari appuntamento con le scadenze tecniche

A Piazza Affari cade l'appuntamento con le scadenze tecniche trimestrali che prevede il passaggio dagli strumenti con scadenza giugno a quelli con consegna settembre.

La ricorrenza delle scadenze tecniche potrebbe favorire un aumento della volatilità sui vari titoli, dettato da ragioni puramente tecniche. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento