-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 27 giugno 2016

Piazza Affari: i rischi restano sbilanciati al ribasso


La maglia nera è stata indossata ancora una volta da Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 15.103 punti, con un affondo del 3,94%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 15.907 e un minimo a 15.017 punti.

PIazza Affari ancora la peggiore in Europa: a rischio area 15.000

L'effetto Brexit si è fatto sentire anche sul mercato italiano che ha continuato ad essere il più penalizzato nel panorama europeo, complice la forte negatività che sta interessando il settore bancario.


L'indice delle blue chips in un primo momento ha provato a recuperare terreno, salvo poi imboccare nuovamente la via del ribasso. Con l'abbandono definitivo dei minimi di febbraio scorso le vendite hanno trovato un seguito spingendo le quotazioni a testare l'area dei 15.000 punti, con successivo timido rimbalzo in area 15.100 in chiusura di sessione.
Il mercato continua a mostrare una fragilità che al momento sembra impedire qualsiasi tentativo di recupero.
Nelle prossime ore non sarà da escludere un rimbalzo visto il forte ipervenduto, ma qualsiasi reazione del mercato andrà letto come un semplice recupero tecnico.
L'intonazione si conferma nettamente ribassista e non si sono segnali di alcuni tipo che lascino pensare a qualcosa di più di un semplice rimbalzo tecnico.

Con a tenuta di area 15.000 il Ftse Mib potrà tentare di risalire la china verso area 15.500/15.700 prima e in seguito in direzione di area 16.000.
Oltre questo livello si potrà assistere ad un recupero più marcato verso i 16.500 e i 17.000 punti, ma almeno per il momento non ci sbilanciamo a segnare obiettivi rialzisti più elevati, vista la distanza degli stessi dai prezzi attuali.

Al ribasso sarà importante la tenuta di area 15.000/14.800, onde evitare ulteriori approfondimenti ribassisti verso i 14.500 prima e i 14.000 punti in un secondo momento.
L'affondo subito dal Ftse Mib nelle ultime due sedute non è di per sè garanzia di una ripresa dei corsi, motivo per cui è bene continuare a muoversi con la massima cautela, visto che resta elevato il rischio di ulteriori discese.

I market movers in America e in Europa

A differenza di quella odierna, la prossima seduta offrirà diversi spunti sul fronte macro in America, dove si conoscerà l'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa.

Ben più rilevante sarà il dato finale del PIL del primo trimestre che dovrebbe mostrare una variazione positiva dell'1%, in rialzo rispetto allo 0,8% dell'indicazione preliminare e in frenata in confronto all'1,4% degli ultimi tre mesi del 2015.
In agenda anche l'indice S&p Case-Shiller che in riferimento al mese di aprile dovrebbe mostrare un rialzo del 5,5% rispetto al 5,4% di marzo.
L'indice della fiducia dei consumatori a giugno è atteso a 93,1 punti in rialzo rispetto ai 92,6 di maggio.
Prima dell'avvio degli scambi si conosceranno i risultati degli ultimi tre mesi di FactSet con un eps atteso di 1,61 dollari, mentre a mercati chiusi l'attenzione si sposterà sui conti di Nike che per non deludere le stime del mercato dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 0,48 dollari.
In Europa si segnala la riunione del Consiglio europeo che inizierà in coincidenza con l'apertura delle Borse, mentre proseguirà il forum delle Banche Centrali.


In Germania saranno diffusi i prezzi importo che a maggio dovrebbero mostrare una variazione negativa del 5,8% rispetto al calo del 6,6% precedente. In Francia sarà reso noto l'indice relativo alla fiducia dei consumatori che a giugno è vista in calo da 98 a 97 punti.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si segnalano le assemblee di diverse società per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio e si tratta di: Borgosesia, Conafi Prestitò, Dmail, Investimenti & Sviluppo, Sintesi, CDR AdvaNCE CAPITAL, Ecosuntek, Expert System, Fintel Energia, Gala, Innovatech, Mondo TV France e Te Wind.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento