-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 2 giugno 2016

Opec: Mohammed Barkindo (Nigeria) nuovo segretario generale, nessuna decisione sulla produzione


Come da attese niente di nuovo dall'Opec. La riunione odierna di Vienna si è conclusa con dichiarazioni di rito e nessuna decisione concreta in merito a un taglio delle quote produttive di greggio o a un loro congelamento sui livelli di gennaio (come ipotizzato non molto tempo fa a Doha insieme alla Russia).
La Russia, che del congelamento coordinato dei livelli di produzione è stato uno dei paladini, non ha partecipato alla riunione del cartello dell'Opec (del quale non fa parte), ma ha detto di essere pronta a discutere di un taglio della produzione congiunto qualora il cartello risultasse compatto in questa decisione.
Così però non è come dimostrato dagli incrementi produttivi e dalle strategie annunciate di crescita dell'Iran e dell'Iraq, che si oppongono ai tagli auspicati invece da Riad e dalVenezuela (oltreché da Mosca appunto). D'altronde i recuperi notevoli delle ultime settimane messi a segno dai prezzi del greggio hanno reso meno urgente l'intervento (anche se il mercato rimane in eccesso di offerta).
Dal primo luglio il Gabon *sarà ammesso all'Opec e la nota odierna del meeting mette in evidenza che, dopo un picco nel 2015, la *produzione non-Opec *ha cominciato a flettere e *dovrebbe cedere 740 mila barili di petrolio al giorno di media quest'anno
La *domanda globale *dovrebbe crescere di 1,2 milioni di barili al giorno, rallentando dunque sugli 1,5 milioni di barili di crescita del 2015.

Le *scorte rimangono comunque elevate *sia dentro che fuori dall'Ocse.
Mohammed Sanusi Barkindo, della Nigeria, è stato nominato segretario generale dell'Opec per tre anni. Espresso apprezzamento per Abdalla Salem El-Badri, il libico che occupava questa posizione da tempo.
Da ricordare che nel frattempo è stato sostituito anche il ministro del petrolio dell'*Arabia Saudita *Ali bin Ibrahim Al-Naimi con Khalid Al-Falih, già presidente della compagnia petrolifera di stato Saudi Aramco.
Fissato al 30 novembre il prossimo incontro.
(GD)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento