-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 1 giugno 2016

L'oro perde oltre il 7% a maggio

Il prezzo dell'oro è sceso di oltre il 7% nel mese di maggio, ma gli scambi nella giornata di martedì sono rimasti invariati rispetto ai prezzi di chiusura della scorsa settimana.
"E' opportuno che la Federal Reserve inizi gradualmente a rialzare i tassi di interesse", ha affermato la Yellen durante un'intervista rilasciata nel pomeriggio alla Harvard University, aggiungendo che gli investitori e i trader dovrebbero aspettarsi un incremento dei tassi "nei prossimi mesi".
La Federal Reserve aveva promesso un incremento dei tassi durante tutto il 2015, decidendo di alzare leggermente i tassi solo alla fine dello scorso anno. Allo stato attuale non sembra che la Fed possa mantenere le promesse iniziali che prevedevano almeno quattro ulteriori incrementi durante il 2016.
I mercati azionari europei sono rimasti invariati durante la giornata di martedì, mentre i rendimenti dei titoli di stato sono saliti insieme ai prezzi delle materie prime.
L'oro è salito delo 0,9% fino a 1.211,50$/oz intorno all'ora di pranzo a Londra, in ribasso di quasi 100$/oz dal picco di 15 mesi dell'inizio di maggio di 1.303$/oz.
Prima delle dichiarazioni della Yellen previste per la giornata di venerdì, le scommesse rialziste sull'oro nel Comex, per mezzo di contratti future e opzioni, sono scese del 22% nella settimana che si è chiusa martedì, il taglio più consistente dal minimo dei prezzi di sei anni toccato lo scorso dicembre ed in netto contrasto rispetto al record di posizioni lunghe assunte dai trader all'inizio di maggio.
Con il mercato londinese chiuso per festa nazionale, gli scambi sull'oro a Shanghai e in Europa sono andati al di sotto di 1.200$/oz per la prima volta da metà febbraio.
Il prezzo ufficiale dell'argento a mezzogiorno a Londra è stato di 16,06$/oz, in ribasso per la nona volta nelle ultime dieci sessioni di scambio, un andamento visto solo 35 volte in oltre 12.600 sessioni di scambio a partire dal 1968.
Il prezzo dell'oro della LBMA delle 10:30 è stato di 1.210,50$/oz, il minimo dalla fine di febbraio, un prezzo in ribasso per la settima volta negli ultimi dieci giorni di scambio.
I prezzi dell'argento sono scesi in 15 degli ultimi 20 giorni di scambio da quando il metallo ha toccato il massimo di 15 mesi di 17,855$/oz secondo l'indice della LBMA.
A Shanghai i volumi di scambio del contratto principale sull'oro sono diminuiti, mentre lo yuan ha rimbalzato dal minimo di ieri, un livello toccato in precedenza all'inizio del mese di aprile nel mercato delle valute. 
Il recente crollo dello yuan ha fornito supporto ai prezzi dell'oro fissando l'indice del prezzo di Shanghai sopra i 257 CNY per grammo, pari a 1.215$/oz, con un premio di quasi 4$/oz rispetto ai prezzi di Londra.
Il mercato azionario cinese al contrario è salito del 3,3%, il più alto incremento in tre mesi.
Autore: Bullionvault Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento