-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 6 giugno 2016

Incertezza e volatilità nel breve: quali incognite per le Borse?


La diffusione del report sull'occupazione Usa avvenuta venerdì scorso ha avuto l'effetto di confondere ulteriormente le carte per gli investitori. I deboli dati riferiti al mese di maggio hanno rimesso in discussione le aspettative di rialzo dei tassi di interesse da parte della Fed che si riunirà il 14 e il 15 giugno prossimi.

Mercati ancora incerti e volatili nel breve

Gli analisti di Cassa Lombarda segnalano che sui mercati presumibilmente continueranno a prevalere l'incertezza e la volatilità, per via dei dati macro meno favorevoli e in ragione dell'approssimarsi del referendum sulla Brexit.


Guardando in particolare a Piazza Affari, gli esperti credono che il settore bancario continuerà ad essere al centro dell'attenzione con gli aumenti di capitale di Banco Popolare e di Veneto Banca che potrebbero portare ulteriore volatilità.
Come sempre sarà importante seguire con attenzione i dati macro che verranno diffusi nelle prossime giornate, visto che gli stessi potranno condizionare in una direzione o nell'altra l'andamento dei listini azionari.

I market movers in America

Domani sul fronte macro Usa si conoscerà l'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa.

In agenda anche il dato finale della produttività non agricola relativa al primo trimestre di quest'ano che dovrebbe mostrare una variazione negativa dello 0,6%, in recupero rispetto al calo dell'1% della versione preliminare e in confronto alla flessione del 2,2% degli ultimi tre mesi del 2015.
Per il dato finale del costo unitario del lavoro riferito al primo trimestre si stima un rialzo del 4,1%, in linea con la lettura preliminare e in aumento rispetto al 3,3% dell'ultimo trimestre dello scorso anno.  
Prima dell'avvio degli scambi saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Valeant Pharmaceuticals International dai quali ci si attende un utile per azione pari a 1,35 dollari.
Mercoledì sarà diffuso l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e nel pomeriggio sarà reso noto il report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia statunitense.
Giovedì sono in calendario le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero calare da 267mila a 265mila unità.

Per le scorte all'ingrosso di aprile si prevede una variazione positiva dello 0,1%, in linea con la lettura precedente.
In chiusura di settimana si guarderà al dato preliminare della fiducia Michigan che a giugno è atteso a 94 punti, in calo rispetto alla lettura definitiva di maggio fermatasi a 94,7 punti.

I dati macro da seguire in Europa

In Europa domani è atteso il dato finale del PIL del primo trimestre che dovrebbe confermare la lettura preliminare con un rialzo dello 0,5%, in progresso rispetto allo 0,3% degli ultimi tre mesi del 2015.


In Germania sarà reso noto il dato relativo alla produzione industriale di aprile, vista in salita dello 0,6% rispetto alla flessione dell'1,3% precedente.
Per mercoledì non sono previsti dati macro di rilievo e si segnala in Germania l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2018.
Giovedì sarà ancora la Germania al centro dell'attenzione con il dato relativo alla bilancia commerciale di aprile che dovrebbe mostrare un saldo positivo di 21,2 miliardi di euro, in frenata rispetto ai 23,6 miliardi della lettura precedente.
In chiusura di settimana in Germania è atteso il dato finale dell'inflazione che a maggio dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,3%, in linea con la lettura preliminare e in recupero rispetto al calo dello 0,4% precedente.

Per l'inflazione armonizzata di maggio si stima un rialzo dello 0,4%, in linea con la rilevazione di aprile. 
In Francia è atteso il dato sulla produzione industriale che ad aprile dovrebbe crescere dello 0,2% rispetto alla contrazione dello 0,3% precedente.

I titoli da monitorare a Piazza Affari

A Piazza Affari per domani non si segnalano titoli e temi di particolare rilievo, mentre mercoledì si guarderà ai protagonisti del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa.


Per giovedì e venerdì al momento non ci sono titoli e temi degni di nota da seguire.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento