-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 20 giugno 2016

Il Punto sui Mercati


Piazza Affari in forte recupero grazie all'allentamento dei timori di Brexit. Bancari in rally. Il Ftse Mib guadagna in questo momento il 2,57%, il Ftse Italia All Share il 2,47% e il Ftse Italia Star il 2,26%.
*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 18 giugno:
Azimut*
Azimut prolunga la reazione partita la scorsa ottava, da 16,35, e raggiunge dal basso gli ex supporti a 18,30 circa, minimi di maggio.
La rottura della trend line che scende dai massimi di aprile, a circa 19 euro, darebbe la spinta necessaria ai prezzi per risalire la china verso il picco del 31 maggio a 20,40 circa, oltre il quale diverrebbe lecito sperare in un nuovo confronto con il massimo di aprile a 22,49. Sotto 16,35 via libera verso 15 circa.
-Target: 22,49 euro
-Negazione: 16,35 euro
-RSI (14): neutrale
*Mediobanca *
Balzo avanti per Mediobanca, che si riaffaccia sopra i minimi di maggio a 6,21 circa.

I supporti strategici in area 5,60 hanno respinto con forza le quotazioni che ora potrebbero dirigersi verso 6,50/6,60, media mobile a 20 giorni. Il mancato ritorno sopra 6,50/6,60 si configurerebbe invece come un return move, un movimento a testare dal basso un ex supporto che ora si ripresenta come resistenza.
Una circostanza che può dar luogo a nuovi cali. Discese sotto 5,60 alimenterebbero poi una nuova corrente ribassista che porterebbe i prezzi a 5,96 e più in basso a 5,15/5,20. 
-Target: 6,60 euro 
-Negazione: 5,60 euro
-RSI (14): neutrale
*Generali *
Generali riesce a dare seguito all'hammer disegnato giovedì da 11,27.

La reazione ha ricondotto i prezzi a 12,40, per un test dal basso della linea che saliva dai minimi di febbraio, senza tuttavia inviare segnali credibili di ripresa. Solo oltre area 13 poi sopra 13,34 giungerebbero i primi indizi di miglioramento. Diversamente non potranno escludersi nuovi cali diretti verso i bottom di inizio anno a quota 10,90.
-Target: 13,34 euro
-Negazione: 11 euro
-RSI (14): neutrale
Falck Renewables
Falck Renewables reagisce con decisione dopo essere scesa a testare i minimi di febbraio a 0,75 circa.

I prezzi dovranno però allungarsi oltre 0,86 per inviare segnali di forza. Oltre questa soglia verrebbe completato il doppio minimo con base a 0,75 per obiettivi a 0,96 poi a circa 1 euro. Indicazioni positive anche per il medio lungo termine oltre questa soglia per target in area 1,09/1,10. Sotto 0,75 il quadro grafico peggiorerebbe ulteriormente.
-Target: 1,00 euro
-Negazione: 0,75 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento