-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 20 giugno 2016

I presupposti per un contrarian trade nel Regno Unito


A Piazza Affari una straordinaria combinazione di fattori bullish - dalla capitolazione di martedì al Landry TRIN Reversal di mercoledì; dal Panic Index ad abbondante tripla cifra al prosciugamento completato dell'Up Volume - favorisce una reazione rabbiosa, destinata a proseguire nelle prossime ore.
Dopo aver testato il supporto in area 16000 punti di future, il MIB si è docilmente allineato al comportamento storicamente successivo alle sequenze di ribassi sequenziali (minore di -3.5%, -2.5% e -1.5%) registrati nel corso della passata settimana, e sperimentati in precedenza altre sei volte negli ultimi dieci anni; questo setup, quando non si è registrato in condizioni di oggettivo ipervenduto di lungo periodo (marzo 2009 e luglio 2012) ha sempre prodotto rimbalzi violenti, sebbene effimeri.

Ad ogni modo, malgrado la reazione sperimentata a partire da giovedì pomeriggio, le borse mondiali hanno archiviato l'ottava in ripiegamento. La capitalizzazione complessiva si è ridotta di oltre un trilione di dollari e il MSCI World ha confermato la natura correttiva del rialzo sperimentato da febbraio in poi: le resistenze che contano, fino ad ora hanno retto. Vedremo cosa succederà ora, dopo aver chiuso sui livelli più bassi delle ultime dieci settimane.

L'attenzione ovviamente è sempre puntata sul Regno Unito. La probabilità che l'elettorato esprima una preferenza per l'uscita dall'Unione Europea è data dai sondaggi (Oddschecker) in caduta dal 43 al 31%. In ogni caso, occorrerebbe a favore della Brexit un margine superiore ai sei punti percentuali, visto il ribaltamento dei pronostici sperimentato in occasione degli analoghi referendum in Scozia (2014) e nel Quebec (1995). Resta il fatto che i gestori hanno già votato: con i piedi, disimpegnandosi dal mercato azionario britannico (-1.1 miliardi di dollari la passata ottava) nella seconda misura più consistente degli ultimi dieci anni. E questo, probabilmente, sin d'ora crea i presupposti per un contrarian trade.


Gaetano Evangelista
www.ageitalia.net

Nessun commento:

Posta un commento