-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 30 giugno 2016

Enel sale ancora. Un'ottima scommessa per il 3° trimestre


Anche la giornata odierna si è conclusa con un bilancio positivo interessante per Enel che, dopo aver messo a segno un rally di quasi il 4,5% ieri, ha continuato a guadagnare terreno oggi. Il titolo, che ha mostrato una maggiore forza relativa rispetto al Ftse Mib, ha occupato una delle prime posizioni nel paniere delle blue chips, terminando gli scambi a 3,9 euro, con un rally del 4,22% e oltre 51 milioni di azioni passate di mano a fine sessione, ben al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 39 milioni di pezzi.

Cresce l'interesse degli acquirenti per la controllata Reftinskaya

A favorire gli acquisti su Enel hanno contribuito le indicazioni relative al crescente interesse per Reftinskaya, che fa capo al colosso elettrico italiano.

Il numero uno della controllata russa ha fatto sapere che ci sono molti potenziali acquirenti per la centrale situata negli Urali che comprare tra gli asset di Enel da vendere nell'ambito del piano di cessione da 6 miliardi di euro previsto dal piano industriale 2016-2019.

Oddo Seydler punta su Enel

Lo shopping su Enel inoltre oggi è stato sostenuto dalle indicazioni positive arrivate da alcuni analisti, a partire da quelli di Oddo Seydler che oggi hanno deciso di avviare la copertura sul titolo con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 5,05 euro.
Gli esperti poggiano la loro view positiva su un modelli di business più difensivo offerto da Enel, ma citano anche il focus sulla crescita e la valutazione interessante del titolo, senza dimenticare che la crescita degli utili del gruppo è al di sopra del settore di riferimento.

Titolo tra le top 10 idee Emea di BoA-Merrill Lynch

A puntare su Enel è anche Bank of America-Merrill Lynch che oggi ha aggiunto il titolo nella sua lista delle dieci idee top Emea per il terzo trimestre di quest'anno.


La banca americana ritiene che il gruppo abbia un forte momentum degli utili e il dividendo in più rapida crescita nel settore delle utility, con un tasso composto medio annuo di incremento nell'ordine del 14% eni prossimi due anni. 
A ciò si aggiunga che Enel ha raggiunto un punto di svolta nel bilancio, aprendo la porta a potenziali buy-back di azioni o spese per investimenti extra per la crescita.
Bank of America-Merrill Lynch segnala infine che Enel non ha una presenza rilevante in Gram Bretagna, ha un'esposizione positiva alla forza del dollaro e una limitata a potenziali effetti sulle commodity dovuti alla Brexit.


Una view quest'ultima condivisa anche dagli esperti di Bernstein che nei giorni scorsi hanno affermato che per Enel il reale impatto della Brexit su Enel sarà nel complesso limitato. 
Anche per questi motivi il broker vede nel recente crollo subito dal titolo un buon punto di ingresso, confermando così la raccomandazione "outperform" su Enel, con un fair value a 5,7 euro.

Indicazioni bullish anche da Equita SIM

Infine, buone notizie per Enel arrivano da Equita SIM che non più tardi di ieri ha ribadito il rating "buy" con un prezzo obiettivo a 4,6 euro.

Una conferma che giunge sulla scia dei rumors riportati dal Corriere della Sera secondo cui a settembre partirà la sostituzione dei contatori digitali con un progetto che durerà 5 anni per un totale di 2,5 miliardi di euro di investimenti. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento