-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 29 giugno 2016

Come investire a stelle e strisce


Il mercato americano continua a essere tra le scelte d’investimento favorite dalla casa di gestione Comgest. A puntare sul paese a stelle e strisce è Christophe Nagy, gestore del Comgest Growth America, un fondo azionario che ha garantito un rendimento sopra la media di settore a 3, 5 e 10 anni. Il fondo ha avuto infatti una performance a tre anni del 54,5%, contro una media del 41,2% nella asset class Azionario Nord America. L’economista statunitense si trova ora a dover affrontare l’incerta politica monetaria della Fed e l’avvicinarsi delle elezioni presidenziali che si terranno il prossimo novembre. Ecco allora come investire al meglio in questo contesto.

Dott. Nagy, quale potrebbe essere l’impatto sull’economia globale di un futuro aumento dei tassi d’interesse della Fed?

Non siamo eccessivamente preoccupati dal fatto che le economie cinesi o emergenti possano avere un impatto significativo sulla prospettiva economica degli Stati Uniti. Tutte le recessioni negli Stati Uniti sono state innescate internamente e nessuna è stata importata. Non ci aspettiamo un cambiamento nel breve termine, data la natura relativamente chiusa dell'economia a stelle e strisce: le esportazioni rappresentano solo il 13% del PIL contro il 30% per l'Italia e il 45% per la Germania. È attualmente molto difficile valutare l'impatto di un aumento dei tassi sull'economia statunitense. Questi dovrebbero avere un impatto sui consumi, dato che il credito ha un ruolo importante in alcuni acquisti: l’80% delle vetture, ad esempio, vengono acquistate con una qualche forma di credito.

Quindi, quali i rischi?

A nostro modo di vedere, il rischio più grande sarebbe quindi rappresentato da una Fed con il bisogno di aumentare i tassi in modo aggressivo a causa della pressione inflazionistica, fattore che la porterebbe ad aumentare i tassi, rallentando l'economia più del previsto. All'altra estremità dello spettro dei rischi, l’attuale recessione dei guadagni può spingere le aziende a tagliare sugli investimenti e ridurre il livello di personale. Stiamo monitorando attentamente la situazione e finora non si sono avute evidenze in tal senso.

Un altro elemento di incertezza per i mercati finanziari è rappresentato dalle prossime elezioni presidenziali in Usa. Come condizionerà le scelte d’investimento dei risparmiatori?

Bisogna ricordare che chi verrà eletto alla Casa Bianca sarà uno dei presidenti più deboli nel mondo occidentale. Pesi e contrappesi negli Stati Uniti rendono impossibile al Presidente degli Stati Uniti l’attuazione di cambiamenti politici senza lavorare a stretto contatto con il Congresso. È probabile che il Congresso sia diviso tra una House of Representatives repubblicana e un Senato democratico, che tradizionalmente è stato favorevole al mercato azionario. Un consenso tra le due parti potrebbe essere raggiunto su due temi: cambiamenti nei meccanismi di fissazione dei prezzi dei farmaci e una significativa riforma fiscale. Questi due aspetti potrebbero avere un impatto sui nostri investimenti, negativo (scorte sanitarie) o positivo (molte delle nostre aziende hanno notevoli giacenze monetarie all'estero che potrebbero essere rimpatriate).

A fronte di questo scenario macroeconomico, quali sono i vantaggi per chi investe nel fondo Comgest Growth America? 

IL team che gestisce il fondo è composta da 5 persone (3 americani e 2 francesi) basati a Parigi e a Boston. E la filosofia d’investimento del fondo Comgest Growth America è quella che utilizziamo solitamente a Comgest: scegliamo imprese con una crescita di utili solida e un buon rendimenti di capitale. Abbiamo una gestione bottom-up convinction su 30 posizioni.

Nel dettaglio, su quali settori state puntando?

Abbiamo tradizionalmente trovato le migliori opportunità d’investimento in 3 settori: tecnologia, industria ed healthcare dove ci sono titoli di società che in molti casi sono solide multinazionali. Tra le top holding del fondo ci sono Becton Dickinson and Company, Medtronic, Nielsen Holdings, Industrials Comcast Corporation e Discretionary Omnicom Group.

di Daniel Settembre 

Tratto da ITFORUM NEWS, clicca qui per leggere gli altri articoli
ITFORUM - Il piu' grande evento gratuito dedicato a Risparmio Gestito & Trading On Line
 CLICCA QUI per rivedere l’edizione precedente

Nessun commento:

Posta un commento