-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 13 giugno 2016

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere nel corso della giornata

Il FtseMib disegna una Long black che archivia la peggior seduta dall’11 Febbraio. I prezzi toccano i minimi dall’8 Aprile dopo aver bucato la trendline scaturante dai minimi annuali toccati l’11 Febbraio a 15.773 punti, fornendo un pericoloso segnale ribassista. Il bilancio del mese di Giugno inizia a farsi pesante (-5.02%) spingendo l’indice FtseMib a perdere oltre 1/5 del proprio valore da inizio anno (-20.07%) zavorrato soprattutto dai titoli bancari: Banco Popolare -69,32%,  Saipem -60,79%, Mps -55,15%,  Ubi Banca -54,13% e Unicredit -53,65%.

Graficamente dopo settimane di consolidamento, l’equilibrio si è rotto a favore dei venditori e questo potrebbe provocare un ulteriore movimento verso il supporto in area 16.750 punti. Molto è legato da come si vivrà l’attesa del referendum in Inghilterra a cui ci dividono solo 9 sedute di borsa (giovedì 23 Giugno).
Altro passaggio cruciale sarà la decisione di mercoledì 15 della Federal Reserve in materia di politica monetaria: il dato deludente sulla disoccupazione e il rischio Brexit dovrebbero dissuadere la Yellen a un rialzo dei tassi nel brevissimo.
Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo:
TENARIS consolida sotto la resistenza in area 13€.

Un eventuale ritorno in area 12.3€ potrebbe essere una buona opportunità di ingresso.
UNICREDIT prosegue la violenta discesa chiudendo la settimana a -9.71% dopo il ribasso dell’11.72% della precedente.
Possibile un tentativo di rimbalzo sui minimi toccati a Luglio 2012 in area 2.25€.
Ci attendiamo una settimana estremamente volatile per BANCO POPOLARE con i diritti che negozieranno fino a Giovedì (è possibile aderire all'ADC entro le ore 11 del 22 Giugno).

Il titolo si presta più per rapide operazioni intraday che per il multiday.
BANCA CARIGE si riporta a contatto con il supporto in area 0.44€. L’interruzione della serie di 8 massimi decrescenti consecutivi (con il superamento di 0.465€) potrebbe innescare un repentino rimbalzo.
Autore: Pietro Di Lorenzo Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento