-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 21 giugno 2016

Brexit: Fmi, gli effetti economici per Londra sarebbero negativi e sostanziali


Il Fondo Monetario Internazionale ha concluso gli incontri bilaterali periodici del proprio staff con il Regno Unito previsti dall'Articolo IV. L'Fmi afferma che la Gran Bretagna ha performato relativamente bene negli ultimi anni con una crescita economica tra le più sostenute dei Paesi sviluppati e tassi di occupazioni sui record.
Si è però registrato un rallentamento nella prima parte del 2016 anche a seguito della crescente incertezza sugli esiti del referendum sul Brexit.
A ridosso della consultazione attesa per il prossimo 23 giugno 2016, l'Fmi mette insieme due scenari. Il primo prevede una permanenza in Europa che dovrebbe permettere un recupero nel tardo 2016 con una crescita del 2,2% del Pil nel medio termine, un'inflazione in graduale ripresa dai bassi livelli attuali (0,3% a maggio) e un mercato del lavoro più stretto e minimi incrementi dei salari che dovrebbero spingere al rialzo gli stipendi.

Tuttavia, evidenzia il Fondo, questo scenario è sottoposto a un numero di incertezze, a partire da quella sull'esito del referendum, dall'attuale deficit di conto corrente ai record nel 2015, alle incertezze sulla crescita della produttività e alle fragilità del mercato immobiliare dopo i balzi degli ultimi anni.
L'Fmi ha ovviamente riconosciuto che in definitiva la decisione sul Brexit spetta agli elettori, ma ha comunque evidenziato che in base alle proprie stime gli effetti economici netti di un addio all'Europa sarebbero negativi e sostanziali.
(GD)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento