-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 23 giugno 2016

Anche Wall Street confida in una vittoria del Bremain


L'incertezza di ieri è destinata a lasciare il posto ad un immediato ritorno degli acquisti sulla piazza azionaria americana. I futures sui principali indici viaggiano tutti in salita e vedono il contratto sull'S&P500 e quello sul Nasdaq100 in rialzo entrambi dello 0,93%. Il mercato sembra cavalcare la scommessa delle Borse europee su una probabile vittoria del Bremain al referendum che si sta svolgendo oggi in Gran Bretagna.
Dal fronte macro sono arrivate indicazioni a due velocità visto che nell'ultima settimana le nuove richieste di sussidi di disoccupazione si sono attestate a 259mila unità, in calo di 18mila unità rispetto alla lettura precedente, scendendo sul livello più basso da ottobre settimane.

L'indicazione odierna si è rivelata migliore delle previsioni degli analisti che si erano preparati ad un dato pari a 275mila unità. 
La Fed di Chicago invece ha reso noto che nel mese di maggio l'indice CFNAi da essa elaborato e relativo all'attività nazionale, si è attestato a -0,51 punti, in flessione rispetto alla lettura di aprile rivista al ribasso da +0,1% a +0,05 punti.
Il dato ha deluso le previsioni del mercato che puntava ad un rialzo a +0,11 punti.
Il mercato attende di conoscere altri aggiornamenti macro e si tratta del dato preliminare dell'indice PMI Manifatturiero di giugno, mentre per il Superindice di maggio le attese parlano di una variazione positiva dello 0,2% rispetto al rialzo dello 0,6% precedente.

Le vendite di nuove case a maggio sono viste in frenata da 619mila a 555mila unità.
Intanto sul fronte valutario il dollaro galoppa nei confronti dello yen e si spinge in direzione di quota 105,8, mentre perde posizioni rispetto all'euro che sale in direzione di area 1,14. 
Ritornano gli acquisti sul petrolio che dopo la flessione di ieri risale la china in direzione dei 50 dollari al barile, mentre arretra l'oro che scende in prossimità dei 1.258,5 dollari l'oncia.
Tra i vari titoli da seguire BlackBerry dopo che la società ha chiuso il primo trimestre dell'esercizio fiscale in corso con una perdita di 670 milioni di euro, mentre il risultato non-GAAP si è attestato sulla parità, a fronte della previsione di un rosso per azione di 0,09 dollari.

I ricavi sono scesi da 658 a 400 milioni di dollari, ben al di sotto dei 608 milioni dello stesso periodo dell'esercizio precedente.
Sempre in tema di risultati societari segnaliamo Accenture che negli ultimi tre mesi ha riportato un utile in crescita da 840 a 939,8 milioni di dollari, con un risultato per azione pari a 1,41 dollari, in linea con le stime.
I ricavi sono aumentati da 8,28 a 8,97 miliardi di dollari, al di sopra degli 8,75 miliardi su cui aveva scommesso il consensus.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento