-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 1 giugno 2016

3 azioni che potrebbero far andare su di giri il portafoglio


Ci sono gestori di fondi che, nel momento della scelta, guardano solo i numeri, altri preferiscono considerare la maniera in cui una società è gestita, altri invece si muovono semplicemente usando il buon senso. I migliori? Quelli che fanno tutte e tre le cose.

Activision Blizzard 

Nella scelta fatta da Alex Gunz, direttore del Global Equity Fund Helicon e citata da Louisa Bojesen come esempio da imitare, si guarda alla solidità di un leader del settore dei videogiochi, una sicurezza dettata anche dai 500 milioni di utenti che ogni mese transitano dalla sua piattaforma per dedicare una parte del proprio tempo al divertimento.

Un numero superiore a quello che possono vantare altri giganti come Twitter, Netflix e Spotify. Se per la finanza Cash is King, nel mondo dei videogiochi a vincere è sempre il contenuto e la società, stando alle parole della Bojesen non è certo carente su questo fronte, partendo dall’ultima creatura Overwatch, fino ai più conosciuti Candy Crush e Call of Duty.

Booker Group 

In questo caso il settore scelto è quello degli alimentari e il fronte geografico si sposta sulla Gran Bretagna, sede del leader del settore all’ingrosso.

Il punto di forza, per Gunz è il team e la gestione che questo applica, con un’attenzione particolare sul costante monitoraggio dei costi e l’ottimizzazione delle risorse, il tutto unito al potenziamento del servizio clienti e al miglioramento del prodotto offerto.
Una strategia che ha premiato, dal momento che Booker ha recentemente riportato risultati solidi ritornando a conquistare quote di mercato importanti.A vantaggio anche degli azionisti. 

SCA  

Il report ricorda che nel podio dei più grandi rappresentanti del settore dell’igiene della persona, l’azienda svedese con sede a Stoccolma occupa uno dei gradini.

Suoi i marchi Nuvenia e Tena. A suo favore anche una strategia che lo pone a investire in un altro ramo di primaria importanza: la gestione sostenibile delle risorse ambientali, essendo anche il proprietario della più vasta area forestale privata in Europa, pari a circa 2,6 milioni di ettari il che gli permette di essere protagonista anche nel campo del legname e della produzione e commercializzazione di cellulosa.
Innovazione del prodotto e controllo dei costi sono altri fattori aggiuntivi che rendono il marchio una buona opportunità di investimento secondo l'analisi.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento