-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 5 maggio 2016

Unicredit: i soci valutano la sostituzione di Ghizzoni?


Secondo il sito di gossip finanziario Dagospia i soci di Unicredit starebbero valutando la sostituzione di Ghizzoni con l’attuale CEO di Lloyds.
Le motivazioni alla base del cambio sarebbero legate ai rischi potenziali sostenuti con l’aumento di capitale di Banca Popolare di Vicenza e al mancato closing della cessione di Pioneer.

Su quest’ultimo punto durante una presentazione nei giorni scorsi il CFO della banca era sembrato scettico sulle chance di successo dell’operazione, i cui benefici sono già inclusi nel Common Equity Tier 1 ratio di 10,9% di fine anno. Equita SIM segnala che al netto della cessione di Pioneer e tenendo conto del contributo al fondo Atlante, il CET1 di Unicredit sarebbe quindi del 10,5%, appena sopra il 10,25% richiesto dalle Autorità.
Un eventuale cambio di top management sarebbe secondo gli analisti propedeutico ad un aumento di capitale: in base ai loro calcoli sarebbero necessari 5 miliardi di euro per riportare il Common Equity Tier 1 al 12% e il ROTE 2016 dal 6% al 5%.
Non cambia intanto la strategia suggerita dalla SIM milanese che consiglia di mantenere Unicredit in portafoglio, con un prezzo obiettivo a 5,5 euro.   
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento