-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 4 maggio 2016

Tokyo ancora chiusa, Shanghai in moderato progresso ma l'Asia nel suo complesso perde oltre l'1%


Seduta in netto declino per i mercati dell'Asia dopo le perdite registrate martedì dai listini europei (1,93% la flessione dell'Euro Stoxx 50) e da Wall Street (il peggiore dei principali indici Usa è stato il Nasdaq, in arretramento dell'1,13%). Tokyo rimane chiusa (riaprirà solo venerdì) per la serie di festività della ?gata renky? (la Settimana d'oro partita venerdì scorso con la festa di Sh?wa, celebrazione della nascita dell'imperatore Hirohito), mentre Shanghai e Shenzhen scambiano in positivo, ma complessivamente la seduta è ampiamente negativa: l'indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso, perde l'1,3% (peggiore performance dell'ultimo mese), con i listini di Hong Kong, Singapore, Sydney e Taipei tutti in calo di oltre un punto percentuale.

Male anche l'Indonesia (la Borsa di Jakarta è scivolata ai minimi degli utili due mesi), su una crescita inferiore alle attese del Pil nel primo trimestre. Sul fronte valutario, il Bloomberg Dollar Spot Index, che monitora la valuta Usa nei confronti delle dieci maggiori altre monete, è in moderato progresso dopo essersi apprezzato dello 0,7% nella seduta precedente.
In reazione al recupero del dollaro, perde invece colpi l'oro come gran parte dei metalli industriali (nichel, zinco, piombo e rame sono tutti in flessione). I corsi del greggio sono invece sostanzialmente invariati in attesa dei dati sulle riserve Usa.
A Sydney, l'indice S&P/ASX 200 ha segnato un declino dell'1,47% soprattutto a causa di Bhp Billiton.

Il colosso minerario ha sfiorato una perdita del 10% dopo che gli inquirenti brasiliani hanno depositato una causa civile contro Samarco Mineração che punta a 155 miliardi di real (quasi 38 miliardi di euro) di risarcimenti per il disastro avvenuto lo scorso 5 novembre che ha causato la morte di 19 persone, la distruzione di interi villaggi e la contaminazione, con fango e sostante tossiche, del fiume Rio Doce.
Samarco è controllata dal colosso brasiliano Vale (che ha perso il 6,53% martedì al Bovespa) e, appunto, da Bhp Billiton. Moderato invece allo 0,49% il declino del Kospi di Seoul. A meno di un'ora dalla chiusura, invece, Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 sono in moderato progresso, ed è intorno al mezzo punto percentuale il guadagno dello Shenzhen Composite.

Di tenore opposto la performance di Hong Kong: l'Hang Seng, allineato alle perdite complessive dell'Asia, recupera in parte ma resta in declino di circa lo 0,70% (performance leggermente peggiore per l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China).
(RR)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento