-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 6 maggio 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Banca Mps
Banca Mps (+4,03%) reagisce con forza alle recenti vendite rimanendo aggrappata alla media mobile a 20 sedute.

Sviluppi positivi giungerebbero oltre area 0,728 per obiettivi a 0,87. Nuova debolezza invece sotto 0,60 sebbene la tendenza fortemente ribassista verrebbe riattivata nel caso di discese sotto area 0,4970, preludio a cali verso 0,37. 
-Target: 0,73 euro
-Negazione: 0,4970 euro
-RSI (14): neutrale
Intesa Sanpaolo
Debole Intesa Sanpaolo (-1,94%) che arretra verso un supporto strategico nel lungo termine, la linea che sale dai bottom del 2012, ora a 2,15 circa.

Con la violazione di 2,38 si è infatti completato un piccolo doppio massimo che proietta target negativi a 2,24. Sotto questo riferimento rischio di ulteriore accelerazione al ribasso verso almeno 2,15/2,16, per un nuovo test della linea che sale dai bottom del 2012. Reazioni da questi livelli sono possibili ma assumerebbero toni più convincenti solo oltre 2,52 per obiettivi a 2,60 e 2,78.

-Target: 2,60 euro
-Negazione: 2,15 euro
-RSI (14): neutrale
Telecom Italia
Telecom Italia (+2,96%) in recupero dopo il test dei minimi di aprile a 0,827. La rottura di 0,88 darebbe credibilità alla reazione che potrebbe cosi proseguire in direzione di 0,935, massimi del 21 e 22 aprile e punto di passaggio della trend line tracciata dai massimi di ottobre.

Prova di forza solo oltre questo ostacolo per target sui top di marzo a 1,056. Al contrario la violazione di area 0,82 aprirebbe spazi di discesa verso i minimi di febbraio a 0,7965, poi fino a 0,7365, minimi del 2014.
-Target: 0,935 euro
-Negazione: 0,82 euro
-RSI (14): neutrale
ACSM-AGAM
ACSM-AGAM (+1,39%) ha reagito al test della media mobile a 20 giorni, in transito a 1,595, spingendosi al cospetto della linea che scende dai massimi di aprile a 1,63 circa.

Oltre questo riferimento resterebbero solo i massimi dello scorso autunno a 1,64/1,65 a frenare le ambizioni di crescita del titolo verso obiettivi ipotizzabili a 1,90 circa. Flessioni sotto 1,55 potrebbero invece rinviare la realizzazione di tali obiettivi, prospettando un approfondimento verso 1,44/1,45 almeno.


-Target: 1,90 euro
-Negazione: 1,55 euro
-RSI (14): neutrale
Finmeccanica
Finmeccanica (-2,99%) sale poi ci ripensa e crolla sotto i minimi di mercoledì tornando a mettere sotto assedio i supporti presenti tra 10,60 e 10,70. Solo oltre area 11,40 lecito credere sperare in un nuovo allungo in direzione di obiettivi a 12,60 almeno.

Pericolose invece discese sotto la trend line che sale dai minimi di febbraio, a 10,70 circa, avvalorate dalla violazione di 10,60. Atteso in questo caso il ritorno a 10,30 poi a 9,70.
-Target: 12,60 euro
-Negazione: 10,70 euro
-RSI (14): neutrale
Azimut
Brusco dietro front per Azimut (-5,44%) che viola con impeto i supporti presenti in area 20,60 precipitando in direzione di 19,55.
La violazione della trend line che sale dai minimi di febbraio, a 21 circa, ha dunque determinato l'avvio di una flessione che potrebbe ora ritracciare tutto il rialzo visto negli ultimi due mesi. Sotto 19,55 via libera verso area 18. Per cancellare il segnale ribassista saranno necessari movimenti oltre 21,60, massimi di oggi.
-Target: 21,60 euro
-Negazione: 19,55 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento