-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 13 maggio 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Maire Tecnimont
Maire Tecnimont (+4,98%) rimbalza nuovamente dopo il test della linea che sale dai minimi di febbraio a 2,45.

Segnali di forza giungerebbero però solo oltre 2,75, top di marzo, presupposto fondamentale per credere che il titolo possieda i requisiti per estendere il rimbalzo verso 2,90 circa, massimi dello scorso autunno, poi fino a 3,25 circa, massimi pluriennali raggiunti la scorsa estate. Nuova debolezza invece sotto area 2,40, preludio a cali verso area 2,30.
Target negativi successivi a 2,10 e 2 euro circa. 
-Target: 2,90 euro
-Negazione: 2,40 euro
-RSI (14): neutrale
Saipem
Saipem (+3,80%) reagisce con decisione grazie al balzo del petrolio e dopo aver ritracciato il 61,8% del rialzo dai minimi di aprile, fino a 0,356.

Un primo segnale di forza verrebbe inviato da una chiusura di ottava oltre 0,39. Nuove conferme giungerebbero poi sopra 0,446 preludio alla realizzazione di un nuovo allungo verso 0,48 e 0,60. Al contrario, sotto 0,356 rischio di avvitamento ribassista verso 0,30 almeno. 
-Target: 0,48 euro
-Negazione: 0,356 euro
-RSI (14): neutrale
Autogrill
Prova di forza per Autogrill (+1,31%) nuovamente a contatto con le prime resistenze a 7,78/7,80 circa, ripetutamente messe sotto assedio a partire da metà gennaio.

Sviluppi interessanti oltre questo ostacolo per obiettivi a 8,245, lato alto del gap ribassista lasciato aperto a inizio anno, e a 8,65, linea che scende dai record del 2015. Prezzi che dovessero invece fallire il superamento di area 7,80 potrebbero andare incontro ad approfondimenti che, sotto 7,25, potrebbero approdare a 7 euro poi a 6,75.
-Target: 8,65 euro
-Negazione: 7,25 euro
-RSI (14): neutrale
De Longhi
De Longhi (+8,70%) preme sull'acceleratore e supera i massimi di marzo a 22,30.

Per quanto significativa la reazione non allontana dal titolo lo spettro di nuovi ribassi. Solo il ritorno in pianta stabile oltre 23,18, quota pari al 50% di ritracciamento del ribasso dai top di dicembre, riporterebbe fiducia negli acquisti per obiettivi a 24,25/24,30 poi a a 25,80. Chiusure di ottava sotto 22,30 negherebbero il segnale rialzista scattato oggi preludendo al ritorno in area 21 almeno.

-Target: 24,25 euro
-Negazione: 22,30 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento