-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 19 maggio 2016

Piazza Affari si rianima, ma per ora non basta

Seduta speculare a quella della vigilia oggi per le Borse europee che dopo aver trascorso la primaparte della giornata in territorio negativo, sono riuscite con un colpo di reni a cambiare rotta, chiudendo gli scambi in positivo. Ha fatto eccezione il Ftse100 che ha ceduto lo 0,03%, mentre il Da30 e il Cac40 sono saliti rispettivamente dello 0,51% e dello 0,54%.

Il Ftse Mib reagisce: primo obiettivo in area 18.000

Ad avere la meglio è stata Piazza Affari che dopo essere stata la peggiore di ieri in Europa, ha visto il Ftse Mib oggi terminare gli scambi a 17.713 punti, con un rialzo dell'1,23%, dopo aver toccato un massimo a 17.725 e un minimo a 17.370 punti.


Il Ftse Mib ha mostrato qualche incertezza nelle battute iniziali, salvo poi riconquistare la soglia dei 17.500 punti e spingersi poco oltre i 17.700 in chiusura di sessione.
L'area dei 17.500 si conferma così un valido sostegno che nel complesso ha mostrato una buona tenuta fino ad ora, senza produrre accelerazioni rialziste degne di nota almeno per il momento.

Perchè ciò accada sarà necessario un allungo al di sopra dei 18.000 punti, oltre i quali si potrà spostare l'attenzione sulla soglia dei 18.500 punti. Una volta superato questo ostacolo il Ftse Mib avrà più facilità di raggiungere la resistenza dei 19.000/19.200 punti da cui è stato respinto di recente.
Fino a quando le quotazioni rimarranno al di sotto dei 18.000 punti il quadro tecnico del Ftse Mib sarà segnato dall'incertezza e dal rischio di nuovi approfondimenti ribassisti.  
Al ribasso il primo sostegno da monitorare è in area 17.500/17.400, violata la quale la discesa proseguirà in direzione dei 17.000/16.800 punti, ossia i minimi di aprile.


Negativo sarà l'abbandono anche di questo livello che aprirà le porte ad una prosecuzione delle vendite verso i 16.000/15.800 punti, ossia i minimi dell'anno segnati a febbraio.

I market movers in America e in Europa

La prossima seduta sarà più impegnativa in America visto che sarà diffuso l'indice CFNAI, oltre alle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero scendere a 278mila unità dalle 294mila dell'ultima ottava.
Per l'indice Philadelphia Fed di maggio si stima un rialzo da -1,6 a +4,8 punti, mentre il Superindice di aprile dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,4% rispetto allo 0,2% di marzo.

In calendario anche un discorso di William Dudley, presidente della Fed di New York.
Sul versante societario da segnalare i risultati trimestrali di Wal-Mart con un eps atteso di 0,89 dollari, mentre a mercati chiusi il focus si sposterà sui conti degli ultimi tre mesi di Applied Materials e di Brocade Communications che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 0,32 e a 0,22 dollari.
In Europa non si segnalano dati macro di rilievo fatta eccezione per quello relativo al tasso di disoccupazione in Francia che con riferimento al primo trimestre dell'anno dovrebbe mostrare un rialzo del 10,2% rispetto al 10,3% precedente.
Sempre in Francia da seguire l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2019 e nel 2021 per un ammontare compreso tra 5,5 e 6,5 miliardi di euro, mentre in Spagna saranno offerti titoli di Stato con scadenza nel 2019, 2024 e 2030, per un importo tra 2 e 3 miliardi di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si segnalano le assemblee di Fincantieri e di Prelios per l'approvazione dei dati di bilancio e la nomina degli amministratori.


Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento