-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 24 maggio 2016

Piazza Affari: minacce ribassiste in aumento


Prima seduta della settimana in rosso per le Borse europee che dopo un avvio in calo hanno tentato di risalire la china, salvo poi tornare a perdere posizioni e chiudere gli scambi in rosso. Il Ftse100 è sceso dello 0,32%, mentre il Cac40 e il Dax30 hanno ceduto rispettivamente lo 0,66% e lo 0,74%.

Ftse Mib: i livelli da monitorare dopo lo stacco cedola

Un discorso a parte merita Piazza Affari che oggi ha accusato la peggiore performance in Europa, condizionata pesantemente dallo stacco cedola di 20 blue chips.

A fine sessione il Ftse Mib si è fermato a 17.325 punti, con un affondo del 2,74%, dopo aver segnato un massimo a 17.624 e un minimo a 17.272 punti nell'intraday.
L'impatto negativo dello stacco dei dividendi, calcolato nell'ordine di oltre due punti percentuali, ha riportato l'indice delle blue chips al di sotto dei 17.500 punti, livello intorno al quale i corsi hanno gravitato fino alla fine della scorsa ottava.
Immediati recuperi al di sopra di area 17.500 potranno riproporre lo scenario di un recupero che avrà come primo obiettivo l'area dei 18.000 punti.

Oltre questa soglia ci sarà spazio per un apprezzamento in direzione dei 18.500 punti, ultimo baluardo prima di un test di area 19.000/19.200 punti, corrispondente ai recenti massimi di periodo. 
Nel caso in cui il Ftse Mib non dovesse riuscire a riportarsi subito al di sopra dei 17.500 punti, ci sarà il rischio di una prosecuzione del ribasso verso i 17.000/16.800 punti.
La tenuta di quest'ultima soglia di prezzo sarà essenziale per evitare approfondimenti ribassisti anche veloci con obiettivo i minimi dell'anno segnati a febbraio in area 16.000/15.800, previo cedimento del supporto intermedio a 16.500 punti, la cui rilevanza però non è particolarmente elevata.


Data la fase delicata del mercato consigliamo ancora una volta di affidarsi alla massima cautela, in attesa di capire come si svilupperà definitivamente la fase laterale che tiene ingabbiato il Ftse Mib da alcune settimane.

I market movers in America e in Europa

Domani sul fronte macro Usa sarà diffuso l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane, In agenda anche l'aggiornamento relativo alle vendite di nuove case che ad aprile dovrebbero salire da 511mila a 521mila unità.

Da segnalare anche un discorso di Patrick Harker, presidente della Fed di Philadelphia.
Prima dell'avvio degli scambi a Wall Street saranno diffusi i risultati trimestrali di Best Buy e di Toll Brothers che dovrebbero consegnare un utile per azione pari rispettivamente a 0,35 e 0,46 dollari.
A mercati chiusi si guarderà ai conti degli ultimi tre mesi di Hewlett-Packard Enterprise dai quali ci si attende un eps pari a 0,42 dollari.
In Europa si guarderà alla Francia dove sarà diffuso l'indice relativo alla fiducia delle imprese che a maggio dovrebbe rimanere invariato a 104 punti.


Riflettori puntati anche sulla Germania dove si conoscerà il dato finale del PIL del primo trimestre che dovrebbe mostrare un rialzo dello 0,7%, in linea con la lettura preliminare e in rialzo rispetto allo 0,3% degli ultimi tre mesi dello scorso anno.
Sempre in terra tedesca da seguire l'indice Zew che a maggio è visto in aumento da 11,2 a 12 punti.

Nel primo pomeriggio avrà inizio la riunione dell'Eurogruppo alla quale parteciperà anche il presidente della BC ED, Mario Draghi.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si segnala per domani un'assemblea degli azionisti di Poste Italiane per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio e la nomina del Cda.


Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento