-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 16 maggio 2016

Piazza Affari: come prepararsi ad affrontare la nuova ottava


L'ultima seduta della scorsa settimana è stata per molti versi speculare a quella della vigilia in Europa, visto che gli indici hanno avviato gli scambi in calo, per poi recuperare terreno e chiudere in positivo. A fine sessione il Ftse100 ha guadagnato lo 0,56%, preceduto dal Cac40 e dal Dax30 che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,62% e dello 0,92%.
In luce verde anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 17.729 punti, con un vantaggio dello 0,44%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 17.856 e un minimo a 17.434 punti.


Negativo il bilancio settimanale visto nelle ultime cinque sedute l'indice delle blue chips ha ceduto lo 0,63% rispetto al close del venerdì precedente.

Ftse Mib in attesa di nuova direzionalità

Nel corso dell'ultima settimana il Ftse Mib si è mosso sostanzialmente in range tra i 18.000 e i 17.500 punti, senza riuscire ad esprimere una precisa direzionalità.

Inutile dire che con la rottura di uno di questi due estremi si assisterà ad un movimento più deciso nell'ordine di almeno 1.000 punti nel breve. Un ritorno dei corsi al di sopra di area 18.000 spingerà le quotazioni in direzione dei 18.500 punti. Sarà questo l'ostacolo da superare per un ritorno in area 19.000/19.200 punti, da cui i corsi sono stati respinti di recente.
Al contrario uno stazionamento dell'indice al di sotto dei 18.000 punti metterà a rischio un nuovo test dei 17.500 punti.

In caso di cedimento di questa soglia la discesa proseguirà in direzione dei 17.000/16.800 punti, dove in prima battuta è attesa una reazione. In mancano di ciò bisognerà mettere in conto ripiegamenti più ampi che avranno come obiettivo successivo l'area dei 16.000/15.800 punti, ossia i minimi dell'anno raggiunti a febbraio scorso.
Non è facile fare una previsione su quale sarà la direzione che verrà imboccata dal mercato, ma la buona tenuta mostrata fino ad ora di area 17.500 lascia ben sperare in un'evoluzione positiva per il Ftse Mib.


La prudenza ovviamente è ancora d'obbligo e il consiglio è di intervenire solo su rottura dei livelli sopra citati, onde evitare di incappare in falsi segnali.

I market movers in America e in Europa

Per la prima seduta della prossima settimana sul fronte macro in America si segnala l'indice New York Empire State Manufacturing che a maggio dovrebbe calare da 9,56 a 7 punti.
Per l'indice Nahb, relativo alla fiducia dei costruttori edili, a maggio si prevede un rialzo da 58 a 59 punti.
In Europa si segnala la chiusura del mercato azionario tedesco per festività e l'assenza di dati macro di rilievo.

I titoli da monitorare a Piazza Affari

A Piazza Affari è in agenda lo stacco del dividendo di alcuni titoli a piccola e media capitalizzazione e si tratta di: Banca Finnat (0,01 euro), Boero Bartolomeo (0,13 euro), Cembre (0,46 euro), Credem (0,15 euro), DeeA Capital (0,12 euro), Fidia (0,4 euro), Isagro (0,025 euro per le azioni ordinarie e 0,03 euro per quelle speciali), Massimo Zanetti BG (0,09 euro), TXT e-Solution (0,25 euro), BOMI Italia (0,0263 euro), First Capital (0,04 euro), Frendy Energy (0,0058) e Rosetti Marino (0,12 euro).
In agenda i risultati del terzo trimestre dell'esercizio 2015-2016 di A.S. Roma e quelli del primo semestre di quest'ano di Isagro. 
Sotto i riflettori Banca Popolare di Milano in vista della presentazione del piano industriale del progetto di fusione di Banco Popolare.
In calendario le assemblee di Trevi Fin.
e di Abitare IN per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio. 
Ricordiamo che lunedì prenderà il via l'aumento di capitale di Ambromobiliare, che sarà realizzato tramite l'offerta di un massimo di 1.182.985 azioni ordinarie nel rapporto di una nuova azione ogni 2 titoli posseduti al prezzo unitario di 3 euro.

L'operazione si concluderà il 3 giugno, mentre i diritti relativi all'aumento di capitale saranno quotati fino al 30 maggio.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento