-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 2 maggio 2016

Mercati azionari. Analisi intraday della giornata


MERCATI AZIONARI 

La distribuzione dei flussi è in questo momento leggermemente ribassista ma in miglioramento: rating -1 per entrambe le curve. 
Allo stato attuale non ci sono le condizioni per operare, ma certamente identifichiamo una preferenza ribassista per le prossime operazioni. 
Lo short overnight sul FIB iniziato venerdì è già arrivato al target nei primi minuti della seduta. 

EURO-DOLLARO

Correlazione indefinita EUR-USD / mercati azionari.

Nessuna operazione per ora. 

APPROFONDIMENTO SUL RISCHIO GEOPOLITICO 

Nel Report di venerdì ho scritto: "Movimenti del MINISP e condizioni distributive come quella di ieri sera sono condizioni che possono essere associate a eventi terroristici. Non tutte le situazioni come ieri precedono attentati, ma tutti gli attentati sono preceduti da condizioni come quella di ieri.
C'è dunque una probabilità del 20% che nel weekend o poco dopo succederà qualcosa". 
Facciamo ora la conta degli attacchi terroristici avvenuti nel week end, dato che nei vari notiziari in tv non sono stati menzionati tutti, e soprattutto, sono stati citati uno alla volta, mai tutti insieme, come a volerne minimizzare l'impatto.

Gli eventi terroristici nel week end sono stati cinque: uno in Turchia domenica, e quattro in Iraq, due sabato e due domenica. Ci sono stati peraltro, nel week end, anche numerosi arresti di sospetti, anche in Italia. Quindi c'è stata una intensa attività di vigilanza e prevenzione delle forze dell'ordine, che forse hanno evitato eventi del genere anche in Europa. 

Questi eventi di per sé non possano impattare sui mercati in modo fortemente negativo, orientandoli al ribasso: si tratta invece di segnali che si inseriscono nel contesto generale sempre più critico in questi giorni, dopo quasi tre mesi relativamente tranquilli.

Da notare che anche la tensione in Siria, interrotta con la tregua iniziata a metà febbraio, ha ricominciato a salire, e ci sono nuovamente focolai di guerra civile. Così come in Ucraina, in Libia, in Iraq. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento