-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 30 maggio 2016

Lettera finanziaria. Ancora un'altra seduta di consolidamento


L'ultima seduta di settimana non ha portato grandi e nuovi temi, meritevoli di approfondimenti, ma solo conferme del trend di breve e medio termine, per esempio sul cross euro dollaro e su alcuni temi legati al lusso e made in Italy, oltre che sul settore oil.
In dettaglio, il dollaro si è ancora rafforzato portandosi sugli 1,11 dai 1,12, ma provenendo dal top di maggio in area 1,16.
Da questo massimo di debolezza contro euro, avevamo consigliato di vendere opzioni call  giugno/settembre 1,14/1,16, che ora possono essere tranquillamente chiuse in forte utile e/o rollare le posizioni con scadenza successiva e/o strike più bassi, per esempio rispettivamente 1,12/1,14.
Qualche vendita ora su put 1,06/1,04 stesse scadenze e rispettivamente.

Per i più prudenti e conservativi avevamo consigliato di acquistare, proprio sulla debolezza  del dollaro a 1,16, dei sani Bond in valuta usa , come Citigroup 2022 sopratutto e IMI oltre che Goldman Sachs, con scadenze più lunghe e quindi più rischiose in termini di oscillazioni, e con cedola più alta.
Chi tempestivamente, dopo aver letto le nostre raccomandazioni , avesse acquistato questi titoli ora potrebbe già parzialmente vendere, dopo circa un mese, con una plusvalenza del 5% per l'effetto cambio ed il rateo di 1/12 di cedola.
Per il lusso ed il made in Italy continuiamo a privilegiare Tamburi arrivato ora a oltre 3,50 da poco sotto i 3 euro di marzo e consigliato più volte, anche recentemente alla rottura dei 3,20.

Il titolo beneficerà delle sue partecipazioni in portafoglio e della quotazione 2017 di Eataly. Oltre che di prossime ipo di Valentino, Versace e Furla. Insomma un modo indiretto e meno speculativo per diversificare anche nel settore specifico, con minori rischi di oscillazioni.
Per chi volesse puntare su un  titolo del lusso consigliamo Moncler, sempre ed ancora a questi livelli, meglio  sui 14,8/9 di un buon affidabile supporto intermedio.
Target price medio lungo 15,90/16,90.

Range per effettuare operazioni di copertura con derivati e trading 13,20/13,90-17,80/18,90.
Con un pur leggero consolidamento del petrolio e previsioni di storno, il titolo Saras, che aveva già recuperato l'intera generosissima cedola il 23 maggio, si è riportato in area 1,6 euro, che corrisponde agli 1,80 circa "cum" cedola, riagguantando un livello più consono e vicino alla resistenza di 1,90.
Avevamo suggerito di accumularlo o riaccumularlo sui minimi, mediare o mantenere in previsione di questi recuperi che si verificheranno maggiormente se il petrolio ridiscendesse, influenzando positivamente i prezzi di raffinazione. Per i più esperti o sotto la nostra guida, rimanendo in range 1,40/1,50 e 1,90/2,0, utilizzare in vendita le opzioni rispettivamente put e call.
Anche Telecom rnc, con in corpo ancora una interessante supercedola, ha recuperato dopo aver toccato gli 0,65 e da noi subito consigliata fino a portarsi in area 0,72.

Qui vendere call Giugno/settembre 0,70/0,72.
Per il resto attendere, e mantenere le posizioni su Unipol sai ord, Intesa rnc e Vivendi sempre coperte dalle solite call atm, cioè sul livello di prezzo del titolo stesso. 
Sulla lettera di lunedì sera daremo indicazioni su assett complementari come Fib e Silver, che stanno testando rispettivamente resistenze e supporti importanti.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento