-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 27 maggio 2016

Le Borse UE sono ancora un buon affare? I settori in e out


Quest'ultima seduta della settimana viene vissuta in maniera un po' incolore dalle Borse europee che si mantengono a poca distanza dalla parità, al pari di quanto accade sui mercati americani. 
Prevale un clima di attesa in vista dell'intervento della Yellen che parlerà circa due ore prima la chiusura di Wall Street.
Gli investitori saranno molto attenti a cogliere elementi utili per capire la tempistica relativa alle prossime mosse in materia di politica monetaria, vista l'incertezza sul prossimo rialzo dei tassi di interesse.

Le incognite che pesano sulle Borse UE

L'incognita sul costo del denaro Usa non è l'unico fattore che tiene in ostaggio i mercati azionari.

In particolare in Europa gli investitori attendono la prossima riunione della BCE, ma anche l'esito del referendum sulla Brexit a giugno. 
Anche in vista di questi appuntamenti gli analisti invitano a non abbandonare la cautela, pur riconoscendo che ci troviamo in una fase risk-on per le Borse.

Gli ottimisti sull'azionario del Vecchio Continente

A puntare in particolare sull'Europa sono gli esperti di Edmond de Rothschild, i quali ritengono l'azionario del Vecchio Continente ancora interessante.

Gli analisti sono altresì convinti che gli investitori debbano rimanere vigili anche alla luce della questione Brexit. 
Ci sono però diversi vantaggi che offre ancora l'Europa, quali i margini corporate che continueranno a migliorare nel corso di quest'anno, senza dimenticare che le valutazioni sono ancora ragionevoli.

JP Morgan e Deutsche Bank predicano cautela

Una view con la quale non concordano però i colleghi di JP Morgan, secondo cui gli investitori non dovrebbero fare più acquisti sulla debolezza, sfruttando piuttosto eventuali rally per liquidare le posizioni.


Il giudizio sull'azionario europeo non è negativo e resta confermato a "neutral" anche alla luce della politica monetaria accomodante della BCE. A livello settoriale la banca americana suggerisce di sovrappesare il comparto dell'healthcare, delle telecomunicazioni e delle utilities.
Bank of America invece punta sui titoli ciclici e quelli del settore industriale, anche se su questi ultimi viene ridotta l'esposizione dopo la robusta performance messa a segno di recente.
Meno negativa la view sul comparto traver & leisure, per il quale il rating viene migliorato da "underweight" a "marketweight".
Infine, è poco entusiasta la view di Deutsche Bank sull'azionario europeo che, a detta degli analisti, non guadagnerà ancora terreno nel corso di quest'anno.

Cio sono diversi fattori che pesano in maniera rilevante sui titoli del Vecchio Continente, quali la debolezza della crescita globale, i rischi della Fed, il probabile indebolimento della ripresa della crescita cinese e la fragilità del mercato creditizio ad alto rendimento negli Stati Uniti.
Questo spiega anche la revisione al ribasso delle stime da parte degli analisti di Deutsche Bank che hanno tagliato le previsioni sullo Stoxx Europe 600 da 380 a 325 punti, al di sotto dei valori correnti.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento