-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 18 maggio 2016

L'analisi tecnica sui principali listini europei

FTSEMIB INDEX
Nella seduta di ieri, conclusasi in forte ribasso, l’indice Ftse Mib ha messo in grave difficoltà la linea di tendenza tracciabile dai minimi dell’11 febbraio e del 7 aprile, transitante a 17.525. Violata in intraday, è stata recuperata in chiusura di sessione. Il segnale è preoccupante, anche perché in mattinata il Ftse Mib si era lanciato alla ricerca dei 18.000 punti dove transita la media mobile a 14 giorni, venendone nuovamente respinto. Negativo anche l’incrocio dall’alto verso il basso della media mobile a 14 giorni su quella a 55 periodi. Solo uno stabile recupero di quota 18.000 riporterebbe in equilibrio lo scenario di medio termine attualmente impostato al ribasso e pronto, su rottura al ribasso della linea di tendenza indicata a discese sotto quota 17.000.
Scenario rialzista
Long speculativi potrebbero essere avviati da 17.590 punti e avere obiettivi a 17.690 e 17.770. Lo stop loss potrebbe essere collocato a 17.530 punti.
Scenario ribassista
Avvio di posizioni short possibile da 17.371 punti con target a 17.000 e 16.780. La posizione verrebbe chiusa a 17.530.

EUROSTOXX 50 FUTURE (Other OTC: FRNWF - notizie)
Chiusura negativa nella seconda seduta della settimana per il future su Euro Stoxx 50 che riesce a rimanere aggrappato alla linea di tendenza rialzista tracciabile dai minimi dell’11 febbraio e del 7 aprile, messa sotto costante pressione nelle ultime quattro sedute. Una caduta confermata del supporto dinamico darebbe un segnale negativo di breve e medio termine. Sul fronte opposto solo un recupero dei massimi di seduta del 10 maggio a 2.972 punti ridarebbe smalto allo scenario di breve e medio termine. Sul grafico a trenta minuti da osservare la soglia dei 2.920 punti che, se violata al rialzo, aprirebbe spazi per allunghi verso 2.940.
Scenario rialzista
Possibili operazioni long da 2.920 punti con obiettivi a 2.940 e 2.950 punti. Lo stop loss potrebbe essere posizionato a 2.910.
Scenario ribassista
Short potrebbero essere aperti a quota 2.906 punti e avere obiettivi a 2.895 e 2.888 punti con uno stop loss a 2.915.

DAX
Il tentativo di recupero del Dax, a inizio giornata ieri, ha portato a superare quota 10.000, la media mobile a 14 giorni a 9.997 punti e la base del canale rialzista tracciabile con i minimi dell’11 febbraio e del 7 aprile. La costruzione, tuttavia, è crollata nel prosieguo della giornata fino alla chiusura di contrattazioni in territorio negativo. Il movimento si configura pertanto come un pull-back che ora lascia aperte possibilità ribassiste. Queste si concretizzerebbero su caduta di 9.373 punti, minimi di seduta del 5 giugno. La discesa in tal caso avrebbe spazio fino a quota 9.500 punti dove il Dax ritroverebbe i livelli minimi di aprile e marzo. Solo un ritorno stabile sopra la base del canale rialzista transitante a 10.045 punti allontanerebbe le pressioni al ribasso.
Scenario rialzista
Long sono possibili da 9.920 punti con obiettivi a 9.980 e 10.000 punti. Lo stop loss potrebbe essere posizionato a 9.870.
Scenario ribassista
L’apertura di posizioni short da 9.845 punti proporrebbe obiettivi a 7.797 e 9.769 con uno stop loss possibile a 9.880.
Contenuti tratti dalla newsletter  Borsa in Diretta , pubblicata integralmente sul sito  Prodotti di borsa BNP (Parigi: FR0000131104 - notizie)
Autore: Prodotti di Borsa Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento