-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 25 maggio 2016

Indici europei al tentativo rialzista


Qualcosa si muove, può essere il titolo dell’ultima puntata sugli indici europei.
Il filo conduttore comune è il tentativo di mettere tutta la fase laterale che li ha interessato i 3 indici per tutta la parte di maggio sin qui trascorsa al servizio di un movimento rialzista, del quale si censiscono i relativi parametri iniziali nella ricognizione che segue.
 
Dax
L’indice tedesco è stato quello che, tra i 3 qui presi in osservazione, ha sviluppato il laterale delle 3 ottave trascorse all’interno di una indicazione rialzista di breve, che in grafico giornaliero è maturata in apertura di seduta di lunedì 9 maggio, rendendo esecutiva la proposta  confezionata da un Modello di InverTrend rialzista a cui hanno contribuito le tre candele delle sedute del 4, 5 e 6 maggio. Il Trend/segnale giornaliero è dunque rimasto in orientamento rialzista dal 9 maggio, protetto a 9735 sino a giovedì scorso, quando il livello di stop è passato a 9765, dove si trova ancora ora.
Per quanto riguarda il quadro superiore dell’indice, permane lo stato di un quadro mensile ancora debole che convive con un Trend/segnale di calibro settimanale invece rialzista, protetto in area 9480 (vedi ultima video-analisi in link  https://www.youtube.com/watch?v=7R-1rYNSxoo )
Per la seduta odierna, in osservazione della dinamica di allungo sopra 10106, che è già stato di massimo relativo nella prima parte di maggio, sarà necessario riscontrare una capacità dell’indice di concludere la giornata sopra 10143, pena la messa in osservazione dell’indicazione rialzista giornaliera ormai longevamente in corso.
 
Eurostoxx 50
L’indice paneuropeo Eurostoxx 50 ha confezionato un po’ più tardi – rispetto al Dax – la proposta di ripartenza di breve (in compagine grafica a candele giornaliere), che risale a venerdì 13 maggio, protetta a 2892.
Solo nella seduta di ieri l’Eurostoxx 50 è riuscito a forzare in maniera determinata al rialzo l’angusto range laterale in cui è oscillato per i 10 giorni precedenti.
Allo stato, l’indicazione del Trend/segnale giornaliero rimane rialzista, con protezione aggiornata a 2917 dalla seduta di oggi.
In prosieguo di orientamento rialzista il Trend/segnale settimanale, antagonista rispetto alla immutata view di debolezza che contraddistingue il più ampio orizzonte temporale, quello mensile dell’Eurostoxx 50.
 
Ftse Mib
L’indice Ftse Mib ha manifestato una indole di parziale debolezza – rispetto a Dax ed Eurostoxx 50 – nelle settimane precedenti, con reiterata propensione  a far segnare  − ad intervalli ravvicinati − nuovi minimi, senza per altro mai aprire ad un movimento ribassista convinto, ovvero sempre con una capacità di riagguantare – seppur dal lato della debolezza – i livelli dinamici di periodo.
Da ultimo, lo stacco di dividendi di lunedì 23 maggio ha provocato un salto tecnico al ribasso, che ha necessariamente interessato la struttura grafica dell’indice, mentre non ha creato sostanziale discontinuità nel future, adeguatosi alla sua origine.
Riprendendo le redini del Trend/segnale giornaliero, riposto in flat alla vigilia dello stacco tecnico dei dividendi (vedi video analisi su link  https://www.youtube.com/watch?v=7R-1rYNSxoo ), iniziamo a raccogliere la prima indicazione direzionale fornita dal tentativo di stamane di allungo rialzista sopra 18014.
Va tuttavia detto che l’ampiezza dello stop protettivo (posto a 17245) impone di modulare il presidio a detta indicazione rialzista anche attingendo ai segnali di debolezza (leggi comparsa di Modelli ribassisti) che eventualmente comparissero in scala intraday, soprattutto in quella con rappresentazione di candele a 4 ore.
Tornando alle dinamiche in quadro giornaliero, il Ftse Mib entrerebbe in immediata osservazione per lo smantellamento della neonata indicazione rialzista su chiusura di seduta sotto 17904, oppure per chiusura compresa tra 18130 e 18215, in caso di massimo di seduta inferiore a 18215 stesso.
Diviene infine interessante la dinamica attuale di ripartenza che, ove confermata a fine di presente ottava tramite un epilogo sopra 17730, sarebbe idonea per  messa in osservazione utile ai fini della revisione − in senso rialzista − del Trend/segnale settimanale del Ftse Mib, che, seppur stabilizzato, versa formalmente in orientamento di debolezza dall’inizio di febbraio 2016.
Autore: Giacomo Moglie

Nessun commento:

Posta un commento